PRIMO PIANO
  • 'Milionari' tra 'Il camorrista' e 'Quei bravi ragazzi'

    Esce l'11 febbraio con Europictures in associazione con Seminal Film, in 50 copie – di cui 30 in Campania – dopo la presentazione a un festival di Roma di un paio di anni fa, Milionari di Alessandro Piva, un crime-movie pre-Gomorra (in riferimento alla serie) interpretato da Valentina Lodovini e Francesco Scianna.  “Più che alle moderne serie televisive – dice il regista – mi ispiro a Il camorrista di Tornatore, che si basava sulla psicologia più che sull'action. "E a me - dice Lodovini - ricorda Quei bravi ragazzi di Scorsese"
  • Gabriele Mainetti: generazione Bim, Bum, Bam

    Dopo l'ottima accoglienza al Festival di Roma e a Lucca Comics, arriverà in sala il 25 febbraio con Lucky Red Lo chiamavano Jeeg Robot, il film di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli che propone in chiave italica uno schema tipico del cinema americano, quello dei film di super-eroi, aggiungendoci cultura pop e riferimenti ai manga e agli anime giapponesi. “Ci ha cresciuti Bim, Bum, Bam – dice Mainetti – abbiamo studiato tanto cinema ma poi quando si è trattato di dire qualcosa di nostro siamo andati a ripescare quello che ci emozionava nel profondo"
 
 
USCITE

Dalton Trumbo, un comunista da Oscar a Hollywood

Arriva in sala L'ultima parola di Jay Roach, biopic dello sceneggiatore di successo nella Hollywood degli anni '40 rimasto vittima del maccartismo imperante. Trumbo viene chiamato a testimoniare di fronte alla Commissione per le attività antiamericane ma rifiuta di rispondere alle domande, contestando il diritto di indagare sulle opinioni politiche, e decide di non fare nomi o testimoniare contro amici e colleghi. Condannato a un anno di carcere, per oltre un decennio il suo nome non figurerà nei credit dei tanti film da lui scritti, nonostante i due Oscar vinti nel 1955 e 1957. Accanto al protagonista Bryan Cranston, candidato all'Oscar, Helen Mirren, Michael Stuhlbarg e Daine Lane
 
 
BERLINO 2016

Gianfranco Rosi: "Porto Lampedusa nel cuore dell'Europa"

Il regista, Leone d'oro per Sacro GRA, sarà in concorso alla Berlinale con Fuocoammare, frutto di un anno passato sull'isola siciliana in totale immersione. “È sempre difficile staccarmi dai personaggi e dai luoghi delle riprese - dice il regista - ma questa volta lo è ancora di più. Più che in altri miei progetti, ho sentito però la necessità di restituire al più presto questa esperienza per metterla in dialogo con il presente e le sue domande. Sono particolarmente contento di portare a Berlino, nel centro dell’Europa, il racconto di Lampedusa, dei suoi abitanti e dei suoi migranti, proprio ora che la cronaca impone nuovi ragionamenti”
 
 
PREMI

'Bella e perduta' premiato al Festival di Göteborg

Il film di Pietro Marcello ha vinto l’Ingmar Bergman Award al più importante appuntamento cinematografico scandinavo. La giuria ha sottolineato nella motivazione del premio “la splendida visione elegiaca del film, la sua generosità di spirito, la capacità di riaccendere la nostra fede nell’umanità in questi tempi di cinismo e di aggiornare il cinema”. Il regista, ritirando il premio, ha detto: "Bella e perduta è un progetto indipendente, realizzato con modi e tempi totalmente liberi, è un film sui sentimenti dei semplici, sulle ingiustizie e sul rapporto tra uomo e natura"
 
 
EDITORIA

Rondi: i miei diari su consiglio di Andreotti

"Le mie vite allo specchio" è il volume di quasi 1300 pagine, frutto dei diari che Rondi ha tenuto dal 1947 al 1997. Nel corso di un cinquantennio, ogni sera Gian Luigi Rondi memorizza i fatti della giornata appena trascorsa, gli incontri, le sensazioni, le considerazioni sul lavoro e, naturalmente, sul cinema. Pagine ricche di fatti, retroscena, aneddoti, polemiche. E’ stato l’amico Giulio Andreotti, nel dopoguerra, a suggerirgli di annotare puntualmente, “perché, appunto, tutto restasse sulla carta in modo da permettermi di ritrovarmelo davanti al momento in cui poteva servirmi"
 
 
USCITE

Business e violenza nella New York del 1981

In sala con Movies Inspired il terzo film di J.C. Chandor, un teso thriller ambientato nell'anno più violento, statistiche alla mano, della Grande Mela. Sotto accusa è la corruzione dilagante nel mondo di un imprenditore che si è fatto da sé e sta cercando di espandere l'azienda di combustibile. Protagonisti Oscar Isaac e Jessica Chastain 
 
 
EVENTI

Hecho en Cuba al Museo del cinema di Torino

Il cinema visto attraverso le locandine degli artisti cubani. E' l'originale mostra che il Museo Nazionale del Cinema di Torino ospita fino al 29 agosto. Hecho en Cuba espone 200 manifesti, lavori di rara bellezza realizzati a mano dal 1959 - anno della Rivoluzione - al 1980. Le serigrafie sono di proprietà di Luigino Bardellotto, appassionato di cinema e di Cuba, che possiede oltre 1.200 di questi capolavori
 
 
DISTRIBUZIONE

"Truman' vincitore dei Goya in sala con Satine

Al film di Cesc Gay 5 premi pesanti: Miglior Film, Regia, Attore protagonista, Attore non protagonista e Sceneggiatura. Due Goya anche a Desconoscido-Resa dei conti, distribuito da Satine Film
 
 
RASSEGNE

Sergio Stivaletti alla Sala Trevi

Il Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale e il SNCCI (Gruppo Laziale) presentano gli Incontri con gli autori degli effetti speciali e digitali. Venerdì 12 febbraio alle ore 20 alla Sala Trevi Piero Spila, vicepresidente del SNCCI, intervista Sergio Stivaletti
 
 
USCITE

Il Club di Pablo Larraín film della critica

Secondo i critici: "Il Club è un film frontale, disturbante e feroce, non privo di un’ironia grottesca, in cui rientrano memoria, giudizio, militanza politica ed estetica, verità e menzogna. Il suo sonoro ipnotico produce una litania spietata, un requiem in cui viene seppellita ogni possibilità di rinascita"
 
 
EVENTI

Per il centenario di Raf Vallone Uno sguardo dal ponte

Mercoledì 17 febbraio, le figlie Eleonora e Arabella organizzano in collaborazione con la Casa del Cinema di Roma una serata dedicata all'attore. Al centro della manifestazione la proiezione del film Uno sguardo dal ponte, diretto nel 1962 da Sidney Lumet, che valse a Vallone il Premio David di Donatello quale migliore attore protagonista
 
 
FESTIVAL

'Chiamatemi Francesco' inaugura Los Angeles, Italia

Oltre al film di Daniele Luchetti, in programma Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso, Il traduttore di Massimo Natale, Il confine di Carlo Carlei e Senza fiato di Raffaele Verzillo
 
 
CORSI

Cinema&Storia e Cinema&Società per gli insegnanti

Ripartono i due progetti rivolti alle scuole superiori con la formazione dei docenti il 9 febbraio alla Casa del Cinema di Roma. Tra gli interventi: Crepet, Montaldo, Albinati, Ferzetti, Silvia Scola
 
 

CREDITS

 
 

Tarantino subito primo

The Hateful Eight in vetta con 3 milioni 587 mila in 4 giorni di programmazione - nella versione in 35 mm - con una media di 5.324 euro su 643 sale. Slitta di una posizione L'abbiamo fatta grossa della coppia Carlo Verdone-Antonio Albanese che guadagna altri 2 milioni e supera i 6 in totale
 
 

Android app on Google Play


CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:



   Ricerca
 
 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

La tua E-mail