/ INTERVISTE

Terry Gilliam: “Chisciotte vive e io sono pronto per un nuovo film”

Il sognatore incallito ce l’ha fatta: il “film maledetto” arriva nelle sale. Nei cinema italiani dal 27 settembre L’uomo che uccise Don Chisciotte, la pellicola più travagliata di Terry Gilliam, la sua ossessione, costellata da una serie di imprevisti e catastrofi che l’hanno accompagnata per tutta la lunga gestazione durata ben venticinque anni

Rebordinos: "La Mostra ci fa concorrenza sugli italiani"

Il direttore del 66° San Sebastián/Donostia International Film Festival ci parla della manifestazione e spiega l'endemica carenza di titoli italiani. "È comprensibile che un film italiano a cui venga data la possibilità di partecipare a un festival importante come la Mostra possa non voler considerare altre possibilità"

Nazzaro: "L'assenza delle donne è un problema del cinema americano"

Terzo anno per il delegato generale della Settimana Internazionale della Critica, Giona A. Nazzaro, a cui abbiamo chiesto un bilancio di questa edizione. Tra protagonismo femminile sommerso e media poco attenti al cinema non mainstream. "Sic@Sic dà delle possibilità a giovani autori in tempo reale e spesso sono donne"

Giulio Base: "Il mio banchiere anarchico e solitario"

Presentato a Venezia 75 (Sconfini) Il banchiere anarchico di Giulio Base tratto dall’omonimo libro di Fernando Pessoa, scritto dal geniale poeta portoghese nel 1922 e tradotto in più di cento lingue. Un flusso di sillogismi e labirinti logici sulla fede anarchica tra un potentissimo banchiere e l’unico amico presente a festeggiare il suo cinquantesimo compleanno

Liliana Cavani: ​"Donne, liberatevi!"

Dopo La notte di San Lorenzo dei fratelli Taviani, tocca a Il portiere di notte di Liliana Cavani, uno dei film più importanti e controversi degli Anni ’70, rivivere a Venezia Classici grazie al restauro di Luce Cinecittà e CSC. Ne parliamo con la regista che, con l'occasione, ammonisce contro i pericoli del rimosso storico, ed esorta le donne ad essere più solidali e libere

D’Anolfi & Parenti: "Blu, omaggio al lavoro invisibile"

Dopo Spira Mirabilis Massimo D’Anolfi e Martina Parenti tornano a Venezia (Orizzonti) col corto Blu che racconta il viaggio sotterraneo all’interno del macchinario utilizzato per scavare i tunnel della metropolitana di Milano. Un percorso dal sapore dantesco, che parte dal buio delle viscere per giungere alla luce dell’approdo

Notti veneziane con I villani di #DonPasta

Quattro protagonisti per raccontare la giornata di lavoro di chi usa la terra e il mare, per restituire una visione culturale della gastronomia italiana. Il documentario è co-sceneggiato da Andrea Segre e DonPasta - Daniele De Michele, anche regista del film: è stato definito dal The New York Times come uno dei più inventivi attivisti del cibo

Pippo Mezzapesa: “Sergio Rubini, anima malinconica e lieve per il mio Elia”

Il regista Pippo Mezzapesa presenta alle Giornate degli Autori il suo secondo lungometraggio, un film portato sulle spalle da un efficace Sergio Rubini, che incarna nel suo personaggio il concetto dell'amor proprio e per il proprio microcosmo

Valerio Mieli: la vita come flusso di ricordi

Una lunga storia d’amore esplorata attraverso i ricordi dei protagonisti, più o meno falsati da tempo ed emozioni, nell’unico film italiano in Concorso alle Giornate degli Autori, Ricordi? di Valerio Mieli, secondo lavoro del regista che torna dietro la macchina da presa dopo Dieci inverni con una bella riflessione sull’esistenza e sui sentimenti. Nel cast Luca Marinelli e Linda Caridi

Ad