/ ARTICOLI

Gli asteroidi di Locarno

È il primo lungometraggio di finzione di Germano Maccioni, Gli asteroidi, una delle ultime pellicole che chiudono la competizione internazionale di Locarno 70. Il film, unico italiano in concorso, è prodotto da Articolture, Ocean Productions e RAI Cinema e sarà distribuito in sala dall’Istituto Luce Cinecittà.

Il monte delle formiche: il senso della vita

Tra i film selezionati nella sezione competitiva Cineasti del Presente del Festival di Locarno c’è anche il film di Riccardo Palladino Il monte delle formiche. Un documentario filosofico sul senso della vita, raccontato attraverso il volo che ogni anno sciami di formiche compiono per accoppiarsi e poi morire.

Easy: un western verso Est

È una commedia on the road che dall’Italia si muove verso l’Ucraina, il primo lungometraggio di Andrea Magnani: Easy - Un viaggio facile facile. Il film, in concorso nella sezione Cineasti del Presente, racconta il viaggio insolito di un ex pilota di go-kart, interpretato da Nicola Nocella, costretto a trasportare clandestinamente un morto.

Jacques Tourneur, la riscoperta di un grande autore

Anche quest'anno la retrospettiva del Festival di Locarno ha procurato ai cinefili scoperte ed emozioni. Roberto Turigliatto e Rinaldo Censi, i due curatori, hanno proposto uno dei nomi più amati dai cinefili, Jacques Tourneur, mobilitando attorno a lui i nomi più esclusivi della critica internazionale, da Jean Douchet a Pierre Rissient, da Charles Tesson a Chris Fujiwara.

Surbiles, il documentario fantastico di Giovanni Columbu

Il regista di Su Re s’immerge nell’antica tradizione popolare della Sardegna con un film sulle surbiles, creature immaginarie la cui storia si perde nella notte dei tempi. Un documentario prodotto Dall’Istituto Luce Cinecittà, che cura anche la distribuzione, con Luches srl

A Molisecinema 'La cena di Toni'

Sabato 12 agosto sarà presentato il documentario di Elisabetta Pandimiglio sul giornalista Toni de Marchi, La cena di Toni. De Marchi sarà presente, assieme alla regista, per raccontare la sua esperienza. Toni ha solo 53 anni e un passato di soddisfazioni e scelte fatte con determinazione e libertà. Tutto cambia per Toni quando la scoperta di essere affetto da sclerosi multipla si affaccia alla sua porta. La storia, però, non è solo quella della sua malattia ma  anche quella di una battaglia medica e politica dalle sfaccettate valenza sociali che va oltre la vicenda personale

L'Africa chiama, il cinema italiano risponde

Al Festival di Locarno due film italiani per raccontare l'Africa: Ibi, di Andrea Segre e Gran Ma, di Daniele GaglianoneAlfie N’ze. Il primo è un documentario sulla storia di Ibitocho Sehounbiatou, migrante del Benin e attivista del Movimento dei Migranti e Rifugiati di Caserta, mentre il secondo è un cortometraggio su un ragazzo nigeriano che sogna di diventare un rapper.


Gli “Amori che non sanno stare al mondo” di Francesca Comencini

La regista ha presentato, nella sezione Piazza Grande del Festival di Locarno, una commedia sull'ossessione amorosa. Il film, prodotto da Fandango e in uscita nelle sale italiane in autunno, ha per protagonista Lucia Mascino nei panni di Claudia, moderno Don Chisciotte che non si arrende alla fine della sua storia d'amore. Accanto a lei, nel ruolo dell'irraggiungibile Flavio, Thomas Trabacchi



Anatomia del miracolo, Per una rosa

Presentati fuori concorso al Festival di Locarno un documentario sul miracolo firmato da Alessandra Celesia e un cortometraggio di Marco Bellocchio girato a Bobbio

Ad