/ ARTICOLI

L’Oceano nei corridoi di un supermarket

Chiusura poetica e delicata per il concorso della Berlinale con In the Aisles di Thomas Stuber, storia di un ragazzo introverso e solitario che trova amicizia e amore tra i corridoi di un asettico supermercato all'ingrosso. Protagonista la Shooting Star tedesca di quest'anno, Franz Rogowski

Mug, la Polonia ha perso la faccia

La cineasta polacca Malgorzata Szumowska, habituée della Berlinale e Orso d'argento per la regia nel 2015 con Corpi, torna in concorso con l'irriverente Mug, che si ispira a un fatto di cronaca per mettere in scena una allegoria acida della Polonia cattolica 

Nove film Luce finalisti ai Nastri per il documentario

Ci sono nove prodotti di Istituto Luce Cinecittà nella selezione dei finalisti della sezione ‘Documentari’ ai Nastri d’argento 2018: si tratta di Barbiana ’65 – La lezione di Don Milani di Alessandro G.A. D’Alessandro, Il pugile del Duce di Tony Saccucci, La botta grossa di Sandro Baldoni, Moravia Off di di Luca Lancise, Uno sguardo alla terra di Peter Marcias, La lucida follia di Marco Ferreri di Anselma Dell’Olio, Metti una sera a cena con Peppino di Antonio Castaldo, The Italian jobs: Paramount Pictures e l’Italia di Marco Spagnoli, Surbiles di Giovanni Columbu

Lorello e Brunello, cronaca di un assedio

A Kulinarisches Kino, la sezione della Berlinale che parla di cibo anche dal punto di vista delle politiche culturali, il documentario di Jacopo Quadri che racconta la lotta quotidiana di due gemelli che mandano avanti il podere di famiglia in Maremma, tra conti che non tornano e globalizzazione

Touch Me Not, l’intimità oltre limiti e confini personali

Esplora il tema dell’intimità fisica e delle sue implicazioni personali e sociali il film di Adina Pintilie in concorso alla Berlinale e nelle sale italiane con I Wonder Pictures. Una ricerca psicologica e filosofica sul desiderio umano e sulla possibilità, o impossibilità, di entrare profondamente in contatto con l’altro e con se stessi

Gael García Bernal e il tesoro dei Maya

Un racconto morale basato su una storia vera reinventata in piena libertà perché “a volte la realtà diventa un ostacolo alla verità”… E’ Museo, il film del messicano Alonso Ruizpalacios passato in concorso alla Berlinale e acquistato per l’Italia da I Wonder Pictures. Ispirato al furto della maschera di Pacal e di altri tesori precolombiani messo a segno da due studenti fuori corso 

Eldorado, la tragedia dei migranti torna a Berlino

A due anni dall’Orso d’Oro a Fuocoammare di Gianfranco Rosi, la Berlinale torna a parlare di migranti e strage del Mediterraneo con il regista svizzero Markus Imhoof: “Io e Rosi abbiamo iniziato più o meno contemporaneamente a girare, ma io mi sono concentrato su un’ottica più panoramica, in grado di mostrare come funziona il meccanismo generale, progettato per respingere i rifugiati a tutti i livelli”

Polanski e il thriller al femminile

Roman Polanski dirige Emmanuelle Seigner ed Eva Green in Quello che non so di lei, tratto dal romanzo ‘Da una storia vera’ di Delphine de Vigan. Il film, presentato fuori concorso a Cannes, è basato su un rapporto ossessivo tra le due donne. Vanta le musiche di Alexandre Desplat ed esce in sala dal 1° marzo con Leone Film Group e 01 Distribution

Unsane, il thriller di Soderbergh girato con l’iPhone

La resistenza di una donna, vittima di uno stalker, internata contro la sua volontà in un centro di supporto psicologic nel nuovo film di Soderbergh,fuori concorso alla Berlinale, realizzato interamente con uno smartphone. "Sarà difficile per me tornare a un modo più convenzionale di girare", rivela il regista da sempre interessato a nuovi linguaggi e strumenti di comunicazione

Ad