/ NEWS

BARI. La giuria del pubblico, formata da 30 spettatori selezionati e presieduta dal regista Andrea Segre, ha assegnato i seguenti riconoscimenti per la sezione 'Opere prime e seconde': Premio Ettore Scola per il regista del miglior film a Gabriele Mainetti per Lo chiamavano Jeeg Robot; Premio Mariangela Melato per il cinema per la migliore attrice protagonista a Juliette Binoche per L’attesa di Piero Messina; Premio Gabriele Ferzetti per il migliore attore protagonista a Giorgio Colangeli per Un posto sicuro di Francesco Ghiaccio.

La giuria del pubblico, formata da 30 spettatori selezionati e presieduta dalla critica cinematografica Dana Duma, ha assegnato i seguenti riconoscimenti per la sezione 'Nuove proposte cinema italiano': Premio Francesco Laudadio per il regista del miglior film a Andrea D’Ambrosio per Due euro l’ora; Premio Artisti 7607 per il migliore attore protagonista a Andrea Vasone per The Plastic Cardboard Sonata di Enrico Falcone e Piero Persello; Premio Artisti 7607 per la migliore attrice protagonista a Chiara Baffi per Due euro l’ora di Andrea D’Ambrosio.

L'AD di Rai Cinema Paolo Del Brocco così commenta la vittoria di Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti: "Un'ulteriore conferma per questo film che è stato la vera rivelazione della stagione cinematografica. Con il regista, che è anche produttore, con i bravissimi interpreti e con il distributore Lucky Red condividiamo la soddisfazione per questo premio ad un’opera originale, piena di talento e di invenzioni narrative. Il Festival ha voluto inoltre premiare con tanti e diversi riconoscimenti i film più significativi di questa stagione coprodotti da Rai Cinema. Ringraziamo i giurati, tutto il Festival e in particolare il direttore Felice Laudadio per la cura, la passione e l’impegno sempre crescente rivolti al sostegno e alla diffusione del cinema italiano".


VEDI ANCHE

BARI 2016

Ad