home  /  news  /  news
Venezia in corto con il Ca' Foscari Short Film Fest
Ang
Dal 15 al 18 marzo 2017 si accenderanno i riflettori dell’Auditorium Santa Margherita di Venezia sulla settima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival. Forte del successo crescente degli ultimi anni, il festival si presenta al pubblico con numerose conferme e altrettante novità, a partire dal manifesto, per la prima volta a opera dell’artista Giorgio Carpinteri. Lo Short -realizzato con la collaborazione della Fondazione di Venezia- è un festival dedicato al cortometraggio ed è il primo in Europa interamente concepito, organizzato e gestito da un’università (Ca’ Foscari di Venezia). Insieme ai numerosi programmi speciali- che saranno annunciati con una conferenza stampa, a Venezia, il 2 marzo- il cuore pulsante del festival è rappresentato dal Concorso Internazionale, una selezione di trenta cortometraggi realizzati dagli studenti di scuole di cinema e di università di tutto il mondo.

Ad assegnare i premi sarà una giuria d’eccezione, composta come ogni anno da tre importanti personalità del mondo del cinema, a cominciare dalla grande cineasta, attrice e scrittrice francese Catherine Breillat, autrice di film come A mia sorella! e Romance che hanno infiammato i dibattiti cinefili per la loro rappresentazione libera ed esplicita della sessualità. Altra presenza femminile è l’attrice polacca Malgorzata Zajaczkowska (nota negli Stati Uniti come Margaret Sophie Stein), una celebrità nel proprio paese che ha interpretato anche pellicole di fama mondiale come Pallottole su Broadway di Woody Allen. Non meno importante è Barry Purves, uno dei maggiori animatori inglesi, specializzato nella tecnica della stop-motion e candidato agli Oscar per Screen Play; ha collaborato con le sue animazioni anche a film come Mars Attack! di Tim Burton e King Kong di Peter Jackson.

Ad anticipare il festival vero e proprio, lo Short presenterà Persistence of Revision, un evento che si terrà l’8 febbraio alle 16.30 presso l’Aula Magna Trentin di Venezia, con la proiezione della versione restaurata da Ross Lipman del celebre Film (1965), pellicola che unisce due geni delle rispettive arti come Buster Keaton e Samuel Beckett, la cui copia è stata preservata dallo UCLA Film & Television Archive.
 
 
Stampa Scrivi alla redazione

Android app on Google Play


CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca