/ NEWS

Sono 15 i titoli targati Luce Cinecittà, distribuiti e/o prodotti, che fanno parte dell'elenco dei documentari finalisti (in totale 56) che concorrono al Nastro d’Argento DOC 2017 e ai due Nastri per il miglior documentario sul cinema e lo spettacolo e per il miglior docufilm dell’anno.

Per la sezione Cinema del reale: Assalto al cielo di Francesco Munzi, Crazy for Football di Volfango De Biasi, Dustur di Marco Santarelli, L’attesa di Roland Sejko, Lascia stare i santi di Gianfranco Pannone, Le scandalose di Gianfranco Giagni, L’ultima spiaggia di Davide Del Degan e Thanos Anastopoulos, L’uomo che non cambiò la storia di Enrico Caria, Nessuno mi troverà di Egidio Eronico.
Per la sezione Docufilm: Napoli ’44 di Francesco Patierno. Per la sezione Cinema e spettacolo: Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita di Fariborz Kamkari, Bozzetto non troppo di Marco Bonfanti, Cinque mondi di Giancarlo Soldi, Nessuno ci può giudicare di Steve Della Casa, Perché sono un genio! Lorenza Mazzetti di Steve Della Casa e Francesco
Frisari.
Cinquine e premi speciali saranno decisi dopo la chiusura della Berlinale e annunciati immediatamente prima della premiazione fissata a Roma il 3 marzo prossimo alla Casa del Cinema.


Sono stati quest’anno oltre 90 i titoli tra i quali arriva oggi l’elenco dei finalisti: film presentati nell’anno solare, nei grandi Festival cinematografici e/o nelle rassegne specializzate, poi usciti in sala o in dvd e sul web o trasmessi da una rete televisiva. Si tratta di titoli che riguardano il cinema del reale ma anche la documentazione sulla memoria dello Spettacolo e sempre di più la contaminazione tra realtà e fiction. A conferma di un’attenzione nuova e crescente del pubblico oltreché degli autori - sottolinea il Sngci-Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani - per il racconto della realtà al quale tra l’altro la Casa del Cinema dedicherà presto nuovi appuntamenti.

VEDI ANCHE

NASTRI 2017

Ad