/ NEWS

Dal 2018 i film nella selezione ufficiale e in concorso al festival di Cannes dovranno essere destinati alle sale cinematografiche in Francia. Lo rende noto il festival dopo l'aspra polemica scoppiata oltralpe per Noah Baumbach e Bong Joon Ho, autori di due film prodotti da Netflix ovvero The Meyerowitz Stories e Okja. Cannes afferma di aver "invitato invano Netflix ad accettare che questi due film'' possano raggiungere i cinema francesi e non solo gli abbonati alla piattaforma".  Il festival " è lieto di accogliere un nuovo operatore che ha deciso di investire nel cinema ma vuole ribadire il suo sostegno alla tradizionale modalità di fruizione del cinema in Francia e nel mondo", dice ufficialmente la nota di Cannes.

Sin dalla presentazione del cartellone il 13 aprile era nata una specie di insurrezione per aver incluso, e dunque candidato alla Palma, i due film targati Netflix. "Di conseguenza, e dopo aver consultato i membri del consiglio, il Festival di Cannes ha deciso di adattare le sue regole a questa situazione inedita: qualsiasi film che desideri competere alla Palma d'oro dovrà essere distribuito nei cinema francesi. Questa nuova misura si applicherà a partire dall'edizione 2018 del Festival di Cannes".
Si era sparsa la voce in questi giorni di una possibile esclusione dei due film, ma Cannes ribadisce che faranno parte del cartellone, pur essendo consapevoli "dell'ansia" suscitata dall'assenza di una programmazione in sala. Il delegato generale Thierry Frémaux ha invitato Netflix a considerare anche un'uscita al cinema, ma "invano".

Leggi la risposta di Netflix

VEDI ANCHE

CANNES 2017

Ad