/ NEWS

La sala Troisi di via Girolamo Induno è un immobile di Roma Capitale attualmente assegnato all’associazione “Piccolo Cinema America”, mediante un concorso pubblico. Purtroppo però – come spiega Valerio Carocci, in qualità di presidente dell’associazione assegnataria - questo cinema necessità di ingenti lavori di adeguamento e di manutenzione. Solo allora la Sala Troisi, che prenderà il nuovo nome di Cinema Troisi, aprirà i battentiIl progetto prevede uno spazio culturale composto da: sala cinematografica con 298 posti, aula studio-biblioteca, 50 postazioni studio biblioteca-videoteca, sala mostre, sala riunioni, un osservatorio per la salvaguardia delle sale cinematografiche dismesse.

Leggi il progetto

“Ci lasceremo ispirare dalla multiprogrammazione e dalle iniziative proposte dal Beltrade di Milano, dallo Stensen di Firenze, dal CinemaZero di Pordenone e dal PostModernissimo di Perugia tutte sale indipendenti che, diventate reali catalizzatori di nuovi spettatori, riescono a dare visibilità e spazio anche alle opere più piccole e sconosciute - spiega Carocci - Per realizzare questo progetto, facendoci carico delle mancanze dell’amministrazione comunale, è necessario un investimento di circa 400mila euro, di cui 120mila sono stati già raccolti dal Piccolo America in questi due anni di attività. Mentre per almeno 40% della spesa totale lavoreremo affinché venga coperto dal Tax Credit e/o dai contributi selettivi della nuova legge cinema, varata dal MiBACT a sostegno della riapertura delle sale dismesse. Per lo scoperto di ulteriori 120mila euro chiediamo aiuto a tutti i cittadini, ad ogni istituzione pubblica o privata, alle realtà sociali e culturali, al mondo cinematografico e più in generale della cultura. Chiediamo ad ognuno di fare una piccola donazione sul sito www.cinematroisi.it - conclude il portavoce degli ex-occupanti del Cinema America - per sostenere la realizzazione del progetto".

VEDI ANCHE

SALE

Ad