/ NEWS

Giornata fitta di eventi per la Calabria Film Commission all’Italian Pavilion, in concomitanza con la proiezione di A Ciambra di Jonas Carpignano alla Quinzaine. Il lavoro è stato infatti finanziato nell’ambito del progetto Lu.Ca, il protocollo di intesa che ha dato il via alla collaborazione operativa cinematografica tra Basilicata e Calabria. Per questo la Fondazione Calabria Film Commission ha scelto oggi come giorno ideale per presentare il nuovo bando di incentivi pubblici per l’attrazione di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria. Il bando prevede per i lungometraggi e serie televisive un contributo massimo del 30% delle spese ammissibili fino a 200.000 euro. Per web series, un contributo massimo del 50% delle spese ammissibili fino a 20.000 euro. Per i documentari, un contributo del 50% fino a 40.000 euro. Possono presentare domanda di ammissione al contributo le imprese di produzione cinematografica e/o audiovisiva aventi sede in Italia (codici ATECO 59.11 o 59.12), in uno dei Paesi dell’Unione Europea (classificazione equivalente NACE Rev. 2 59.11) o in un Paese extraeuropeo a condizioni di reciprocità.

A illustrare i termini del bando il Presidente della Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno. Si parla poi anche del Bando Lu.Ca con cui è stato finanziato A Ciambra. L'obiettivo è stato quello di implementare l'attrattività dei due territori con particolare riferimento all'incoming di nuove produzioni. Con il Bando, un fondo è stato destinato al finanziamento di produzioni interessate a progetti da realizzare contemporaneamente sui due territori. Le due Fondazioni, nel 2016, hanno stanziato un fondo pari a 150.000 euro, poi implementato, per la realizzazione di tre lungometraggi e un cortometraggio finanziati da ogni Fondazione per circa 86.000 euro da spendere su ciascun territorio determinando una moltiplicazione delle opportunità per le maestranze e gli operatori delle due regioni.

Il Presidente della Calabria Film Commission Citrigno e il direttore della Lucania Film Commission, Paride Leporace, hanno poi presentato agli operatori di settore contenuti e i termini dell’accordo che si appresta ad essere rinnovato. Durante l’evento, si è svolta anche la presentazione del cortometraggio 08-giugno-1976 alla presenza del regista Gianni Saponara, opera finanziata dal bando della Lucana Film Commission nel 2015. Il corto, che vede come protagonista Donatella Finocchiaro, si ispira alla tragica data in cui le Brigate Rosse uccisero a Genova tre uomini dello Stato: il giudice Francesco Coco, l'autista Antioco Deiana e la scorta Giovanni Saponara (omonimo del regista, senza legami di parentela).

VEDI ANCHE

CANNES 2017

Ad