/ NEWS

27 maggio 1977. Al festival di Cannes Padre padrone di Paolo e Vittorio Taviani vince la Palma d’oro (e il premio Fipresci della critica internazionale). Un verdetto a sorpresa, voluto con intelligente lungimiranza dal presidente della giuria Roberto Rossellini. Il film rilancia così la parabola letteraria e umana di Gavino Ledda, autore del libro-fenomeno al quale i Taviani si sono liberamente ispirati.
A quarant’anni arriva un affettuoso tributo a quel set: Dalla quercia alla palma. I 40 anni di Padre padrone è un film di Sergio Naitza, prodotto da Karel Film and Video production, con la collaborazione della sede regionale Rai per la Sardegna e della Società Umanitaria-Cineteca sarda.
Realizzato con la partecipazione di Paolo e Vittorio Taviani, Omero Antonutti, Saverio Marconi, Gavino Ledda, Nanni Moretti, e con le comparse che parteciparono al film, il documentario riporta i protagonisti nei luoghi del set, fra Sassari e Cargeghe. Omero Antonutti (il padre padrone) e Saverio Marconi (Gavino Ledda adulto) ritrovano luoghi, ambienti e le numerose comparse sarde con le quali riannodano i fili della lavorazione attraverso storie, aneddoti e curiosità; ai registi Paolo e Vittorio Taviani, il compito di aprire il baule dei loro ricordi.
Filo conduttore delle tante voci - fra le altre quella di Nanni Moretti che, giovanissimo, ricoprì in quel film un piccolo ruolo -  sarà lo scrittore Gavino Ledda, per uno stimolante contrappunto tra parola letteraria e immagine filmica.
Il documentario è attualmente in fase di post produzione e avrà un’anteprima fra la Sardegna e Roma nel corso dell'estate, in fase di definizione.  

VEDI ANCHE

OMAGGI

Ad