/ NEWS

Dall’1 all’8 luglio a Trieste ShorTS International Film Festival propone le migliori opere del cinema italiano emergente. "Crediamo che approcci insoliti, diversi e anticonformisti siano ancora possibili e che grazie al coraggio di autori ancora poco noti e alla loro voglia di uscire dagli schemi, una nuova stagione di buon cinema sia ancora immaginabile", dice la giornalista e critica Beatrice Fiorentino, che cura la sezione “Nuove Impronte”. "I sette film - prosegue - che rientrano nella selezione raccontano ideali realizzati e falliti, cadute e risalite; i personaggi osservano una realtà spesso irriconoscibile, in radicale trasformazione, cercando di ridefinirne le coordinate; c’è molta rabbia ma altrettanto amore, c’è disperazione ma anche leale solidarietà, tradimento e riconciliazione; ci sono, soprattutto, uomini e donne che resistono. E nonostante tutto sognano".

ShorTS sostiene i talenti del cinema italiano proponendo una selezione di film, documentari e fiction, opere prime e seconde, inedite o comunque poco viste, che concorreranno per il premio Hera Comm al miglior film, il premio Bakel al film più votato dal pubblico, il premio della Critica assegnato dal SNCCI e quello alla Miglior Produzione consegnato dall’AGICI. Novità di questa 18a edizione è invece il premio ANAC alla migliore sceneggiatura.  

Questi i titoli selezionati:
Babylonia mon amour di Pierpaolo Verdecchi - docufilm (in anteprima internazionale)
I tempi felici verranno presto di Alessandro Comodin - fiction
Sagre balere di Alessandro Stevanon - docufilm
Il più grande sogno di Michele Vannucci - fiction
Orecchie di Alessandro Aronadio - fiction
Upwelling - La risalita delle acque profonde di Pietro Pasquetti e Silvia Jop - docufilm
Cuori puri di Roberto De Paolis – fiction    

In programma al festival anche un omaggio a D’Anolfi e Parenti, il Premio Prospettiva a Daphne Scoccia e il Premio Conferma a Claudio Giovannesi.  

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad