/ NEWS

La 22ma edizione del Milano Film Festival si terrà dal 28 settembre all’8 ottobre al distretto Tortona, tra BASE Milano, MUDEC e Cinema Ducale. Cuore del programma sarà, come ogni anno, il Concorso lungometraggi, aperto solo a opere prime e seconde di registi provenienti da ogni parte del mondo, tutte in anteprima italiana, cui si affiancherà il tradizionale Concorso cortometraggi, riservato a registi under 40.
Tante le novità del Milano Film Festival Season 22 a partire dall’anteprima italiana del film evento in concorso, England is Mine, il primo biopic dedicato alla vita di Morrisey, frontman e fondatore dei The Smiths, diretto da Mark Gill. Si respirano anni ’80 anche nel docu-film fuori concorso Cassette, uno sguardo ammirato al mondo dell’audiocassetta, supporto capace di riscrivere la storia della musica contemporanea. Sempre fuori concorso il documentario Tony Conrad. Completely in the Present, il racconto di uno degli artisti più eclettici di fine secolo, fonte d’ispirazione per i Velvet Undergroud, pioniere del minimalismo musicale e filmmaker visionario.

Tornano al festival anche le rassegne Pleasure and Pain, viaggio al termine della notte nel cinema horror e Videoespanso, una carrellata sui video musicali che, a ritmi sempre più incalzanti, stanno innovando il linguaggio visivo contemporaneo. Non mancherà inoltre l’appuntamento con il Milano Film Festivalino, una serie di eventi dedicati a famiglie e bambini, che quest’anno si terrà nella cornice verde di Cascina Cuccagna.
Riconfermata anche per ottobre la tradizionale maratona di animazione, figlia di una ricerca sempre più attenta e personale nella scena indipendente del cinema d’animazione. Al festival anche The Meeting Pot, una rassegna cinematografica realizzata dagli studenti delle scuole superiori sul tema delle seconde generazioni. I ragazzi, dopo un ciclo di incontri con giovani registi di seconda generazione e due workshop formativi, hanno ideato la loro rassegna, che presenteranno in prima persona durante le giornate di Milano Film Festival.

Per tutta la durata di Milano Film Festival a BASE Milano sarà possibile visitare Noi, una mostra di videoinstallazioni curata da Alberto Saibene, Alberica Archinto e Ranuccio Sodi che indaga il tema della rivoluzione attraverso proiezioni, installazioni e una serata happening.
Partendo dai filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano - tra le prime realtà a proporre controinformazione – lo spettatore verrà accompagnato nello spazio e nel tempo della militanza degli anni tra il ’67 e il ’77.
A partire dal 29 settembre, sempre a BASE Milano, in collaborazione con la Triennale di Milano e a cura di Eticaarte e Istituto Luce Cinecittà, con la collaborazione di Archivio Storico Enrico Appetito e Sandro Bernardi, Milano Film Festival ospita la mostra fotografica “Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964”.
Una mostra che scandaglia l’archeologia dei set di Michelangelo Antonioni attraverso le fotografie di Enrico Appetito, fotografo di scena per L’avventura e Il deserto rosso. Le fotografie verranno allestite negli spazi del Festival accanto ad un ciclorama installato per l’occasione che accoglierà la proiezione del film breve realizzato da Antonioni ed Enrico Ghezzi Ritorno a Lisca Bianca, accompagnato da un montaggio inedito dei materiali off set del film curato dallo stesso Ghezzi.

VEDI ANCHE

FESTIVAL

Ad