/ NEWS

Durante la 32ma Settimana Internazionale della Critica a Venezia (30 agosto – 9 settembre) avrà luogo, come lo scorso anno, SIC@SIC (ShortItalianCinema@SettimanaInternazionaledellaCritica), la sezione dedicata ai corti che non si presenta più come una scommessa ma una vera fucina di nuovi talenti, nata in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà con lo scopo di sondare il terreno (e il territorio) per individuare oggi i cineasti italiani di domani.

“Convinti come siamo che il nostro cinema possegga riserve di talento ancora inesplorate – dice il Delegato Generale della 32ma SIC Giona Nazzaro – e in continuo processo di rigenerazione, abbiamo voluto metterci alla ricerca di quanto si muove al di là del visibile ammesso e dei discorsi di circostanza. Una ricerca che si è rivelata entusiasmante. Dotati di progettualità, sguardo e determinazione, i registi italiani del domani, tutti giovanissimi, nativi digitali, dimostrano di essere in grado non solo di raccogliere la sfida del presente e della diversificazione costante della domanda, ma soprattutto di avere nei confronti delle immagini in movimento un rapporto assolutamente non nostalgico, tutto orientato nella direzione del fare”.  

“Per Istituto Luce-Cinecittà è fondamentale sostenere e promuovere le nuove generazioni – commenta Carla Cattani, responsabile della Promozione Internazionale Cinema Contemporaneo di  Istituto Luce-Cinecittà – e investire nei talenti che si affacciano anche con pochi minuti di racconto. Perché i cortometraggi non hanno la perfezione di una radice quadrata, ma rappresentano l’ipotesi di un nuovo cinema, personale ed unico. Come le impronte.   I cortometraggi vengono programmati all’interno della 32. Settimana Internazionale della Critica (SIC), sezione autonoma e parallela organizzata nell’ambito della 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (30 agosto – 9 settembre 2017). La selezione è curata dal Delegato Generale della SIC Giona A. Nazzaro con i membri della commissione di selezione Luigi Abiusi, Alberto Anile, Beatrice Fiorentino e Massimo Tria. Il programma nasce dalla sinergia fra il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) e Istituto Luce-Cinecittà, ed è una delle iniziative per il supporto allo sviluppo del nuovo cinema italiano e per la promozione dei giovani autori.  

Dopo l’anteprima a Venezia, i cortometraggi presentati a SIC@SIC verranno promossi a livello internazionale dal dipartimento Promozione internazionale cinema contemporaneo di Istituto Luce-Cinecittà attraverso una serie di iniziative e festival, come la Mostra de Cinema Italià de Barcelona (sezione Concorso Cortometraggi), in programma a dicembre 2017 in Spagna. Inoltre, i corti saranno messi a disposizione dei professionisti di settore attraverso le piattaforme online Festival Scope Pro e Italian Short Film Video Library - strumento di promozione del cortometraggio italiano realizzato dal Centro Nazionale del Cortometraggio in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà - e a fine novembre 2017, parteciperanno al TSFM - Torino Short Film Market, organizzato dal Centro Nazionale del Cortometraggio. I sette corti selezionati nel 2016, dopo essere stati presentati alla prima edizione di SIC@SIC, hanno viaggiato nel mondo e, poco più di nove mesi, hanno già partecipato a circa cinquanta festival e rassegne cinematografiche, fra cui International Film Festival Rotterdam, Doclisboa, BFI Flare: London LGBT Film Festival, Lima Independiente – Festival Internacional de Cine, Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions e Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro. Alcuni registi della “classe” 2016 stanno lavorando al loro primo lungometraggio.  

A questo link la selezione dei corti e le relative schede. 

VEDI ANCHE

VENEZIA 74

Ad