/ NEWS

L’artista sarà protagonista dei documentari che saranno proiettati il 23 e 24 luglio al cinema Farnese (piazza Campo de’ Fiori) per il quarto appuntamento della rassegna “estaRte” organizzata in collaborazione di Wanted Cinema.

Domenica 23 luglio, alle 18:30, si parte con Marina Abramovic – The Artist Is Present di Matthew Akers (2011), già al Sundance e al Festival di Berlino. Incontrastata regina della performance art e della ricerca d'interazione con il pubblico, capace come nessun altro di sfidare i limiti del corpo umano, l'artista serba viene mostrata durante la “storica” performance al MoMA del 2010 in cui per tre mesi è rimasta seduta per sette ore al giorno sfidando gli spettatori a sostenere il suo sguardo profondo e ipnotico. Molti gli ospiti illustri in una partita a scacchi emotiva che coinvolge in prima persona anche gli spettatori del film.

Alle 20:30 sarà proiettato The Space in Between – Marina Abramovic and Brazil di Marco Del Fiol (2016). In questo docu-film la Abramović parte alla ricerca di nuovi stimoli creativi e viaggia attraverso le vibranti comunità religiose del Brasile per fare esperienza dei rituali sacri e svelare il suo processo creativo. Il sincretismo del Brasile più profondo si fa per lei percorso personale e artistico e racconto per immagini, in un seducente intreccio di profondità e ironia. Tra cerimonie di purificazione e trip psichedelici, Marina riflette sulle affinità tra performance artistiche e rituali e si mette totalmente a nudo, in un tragitto anche interiore nei meandri del suo passato. Un film autenticamente “in between”, sospeso tra arte e vita, tra road movie e spiritual thriller, capace di parlare al cuore dello spettatore e al suo inestinguibile bisogno, consapevole o inconsapevole, di spiritualità.

Lunedì 24 luglio lo schermo si concentra invece su due grandi classici della pittura paesaggistica (e non solo): alle 18:30 Io, Claude Monet di Phil Grabsky (2016) sulla tumultuosa vita interiore del pittore di Giverny. Alle 20:30 è invece il turno del grande Segantini con Segantini – Ritorno alla Natura di Francesco Fei (2016). A due anni dalla mostra milanese di Palazzo Reale, che ha celebrato l’impressionante bellezza della sua opera troppo a lungo trascurata raccogliendo oltre 200 mila visitatori in 4 mesi, il grande schermo omaggia uno dei pittori più importanti dell’Ottocento italiano, in perenne oscillazione tra divisionismo e simbolismo.

Il viaggio cinematografico nel mondo dell’arte si concluderà domenica 30 luglio con due spettacoli dedicati a uno degli artisti più amati (e discussi) dei nostri giorni: Banksy, protagonista di Exit Through the Gift-Shop (forse diretto dallo stesso Banksy) e Banksy Does New York, uno “user-generated film” (ovvero costruito sui materiali spontanei girati dai partecipanti) sulla caccia al tesoro più eclatante della storia dell’Arte, assemblato da Chris Moukarbel. Ma estaRte non è solo film. Grazie a un’ampia rete di partner, gli spettatori potranno assaporare pranzi, aperitivi, birre, cocktail, gelati, tiramisù e tanti altri prodotti nei migliori ristoranti ed esercizi della zona, entrando al Cinema Farnese a soli 5€ su presentazione dello scontrino. E viceversa dopo il film, con il biglietto del Cinema si potranno ottenere degli sconti speciali riservati ai partecipanti della rassegna. 

VEDI ANCHE

DOCUMENTARI

Ad