/ NEWS

Un comportamento "imperdonabile": così, il presidente del Festival di Cannes, Pierre Lescure e il delegato generale, Thierry Fremaux, condannano le azioni del produttore Usa, Harvey Weinstein.

"Scopriamo con costernazione le accuse di aggressione e violenza sessuale che coinvolgono Harvey Weinstein". "Questi fatti - aggiungono Lescure e Fremaux - equivalgono ad un comportamento imperdonabile che può soltanto suscitare una condanna netta e senza appello".

"Il nostro pensiero - concludono i due patron del Festival cinematografico più importante - a chi ha avuto il coraggio di testimoniare e a tutti gli altri. Possa questa vicenda contribuire a denunciare nuovamente pratiche gravi e inaccettabili". 

VEDI ANCHE

MOLESTIE

Ad