/ NEWS

Parte da San Giuseppe Jato un tour di proiezioni mattutine per le scuole siciliane per Sicilian Ghost Story. Lunedì 20 novembre ci saranno due proiezioni rivolte agli studenti: una presso l’Istituto Comprensivo Statale Riccobono di San Giuseppe Jato e una presso l’Istituto Comprensivo di San Cipirello.

Una proiezione serale aperta al pubblico sarà invece svolta alle ore 21.00 presso il Centro Aggregativo Giovanile Falcone e Borsellino di San Cipirello.  San Giuseppe Jato è il luogo dove finì la vita di Giuseppe Di Matteo ed è il paese di Giovanni Brusca, il boss di Cosa Nostra responsabile del sequestro e della sua uccisione. Una tappa fondamentale per l’istanza umana e artistica che è alla base della realizzazione del film: come hanno affermato i registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza “Sicilian Ghost Story è un atto d'amore per Giuseppe Di Matteo e di speranza per le giovani generazioni perché solo da loro può sorgere la possibilità di recuperare l'umanità perduta”.

Al termine delle proiezioni rivolte agli studenti seguirà, nel pomeriggio, una visita al Giardino della Memoria, luogo commemorativo realizzato dal Consorzio Sviluppo e Legalità che sorge su un terreno vicino a San Giuseppe Jato, intorno al bunker sotterraneo dove l’11 Gennaio 1996, dopo 779 giorni di prigionia, il piccolo Giuseppe Di Matteo venne strangolato e disciolto nell’acido.

Nel corso del pomeriggio commemorativo saranno presenti il regista Antonio Piazza; gli interpreti Julia Jedlikowska, Gaetano Fernandez e Filippo Luna; Chiara Cannella, portavoce del presidio di Libera dedicato alla memoria di Giuseppe Di Matteo; il sindaco di San Giuseppe Jato Rosario Agostaro; il sindaco di San Cipirello Vincenzo Geluso; alcuni studenti e il Presidio di Libera della Valle dello Jato Giuseppe Di Matteo - Mario Nicosia. Questa giornata sarà l’occasione per un confronto e dibattito su Giuseppe Di Matteo e il bene confiscato. La visita si concluderà con un laboratorio espressivo e attività rivolte ai presenti. 

VEDI ANCHE

EDUCAZIONE

Ad