/ NEWS

Dopo la serata del 7 dicembre al Teatro Sociale di Como, dove Margaret Atwood ha ricevuto il Premio Raymond Chandler 2017, il programma del Noir in Festival entra nel vivo.
Per l’8 dicembre è previsto l’appuntamento con il commissario Jules Maigret, icona dello spirito noir nata dalla penna di Georges Simenon, edito da Adelphi e pubblicato per la prima volta in Italia nel '54.
Il commissario, sulle tracce di una banda di criminali responsabili di una serie di omicidi nella Piccardia, torna in tv con il volto di Rowan Atkinson nella miniserie Il morto di Maigret, firmata ITV in onda in esclusiva per l’Italia su laF (Sky canale 139) il 15 e il 22 dicembre, di cui il pubblico del Festival potrà vedere un episodio. 
Prosegue anche il concorso internazionale, che decreterà il vincitore del Black Panther Award, con due anteprime all’insegna dell’interpretazione femminile: Tomato red, in cui Julia Garner, già molto apprezzata nella serie Netflix Ozark, veste i panni di Jamalee, ventunenne in cerca di una vita migliore. Il film, diretto dall’irlandese Juanita Wilson che incontrerà il pubblico del festival, è un adattamento del libro "Uno strano destino" di Daniel Woodrell.
In programma anche Mrs. Hyde diretto da Serge Bozon con Isabelle Huppert alle prese con una personalità pericolosa e potente per molto tempo rimasta nascosta.
Spazio alle protagoniste femminili anche nelle conversazioni con gli autori nella sala Bianca del Teatro Sociale per l’incontro “Vittime & Carnefici. Due storie nere a confronto”, che vedrà dialogare Paola Barbato, autrice del libro "Non ti faccio niente" (Piemme) e Antonella Lattanzi con "Una storia nera" (Mondadori), preceduto dall’incontro con Bernard Minier, che presenterà "Non spegnere la luce" edito in Italia da La Nave di Teseo.

VEDI ANCHE

NOIR IN FESTIVAL 2017

Ad