/ NEWS

Tutto esaurito all’Institut Français-Centre Saint-Louis di Roma per l’anteprima del documentario Le origini della cinematografia, diretto e prodotto da Jordan River per conto della Delta Star Pictures. Il lavoro, frutto di intense ricerche con informazioni e documenti tratti da archivi, non intende essere un documentario enciclopedico, ma trasmettere, con poesia e riflessione introspettiva, lo spirito della settima arte. Si parla così delle invenzioni, con i primi prototipi (Taumatropio, Lanterna Magica, Kinetoscope…), così come dei precursori del cinema muto, tra cui Filoteo Alberini ed Enrico Guazzoni, ma anche della crescita di Hollywood e della nascita a Roma di Cinecittà, fino alla sua più recente statalizzazione voluta dal governo. Al progetto, tra l’altro, hanno collaborato anche alcuni importanti studiosi e docenti universitari: Alberto Manodori Sagredo (Medaglia d’Oro di prima classe ‘Benemerito della Cultura’ concessa dal Presidente della Repubblica), il prof. Fabrizio Natalini (ricercatore in ‘Cinema, Fotografia e Televisione’ all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, esperto del rapporto tra letteratura e cinema) e il direttore del Museo del precinema Alberto Zotti Minici (docente universitario, che da anni studia il rapporto tra fotografia e cinema). Il progetto ha anche visto la collaborazione della scrittrice e giornalista Michela Albanese, che ha collaborato alla sceneggiatura assieme a Fabrizio Natalini e Jordan River. Il regista ha spiegato che, nonostante la sua sia più una vocazione legata alle nuove tecnologie (occorre ricordare che è stato tra i primi in Italia a lavorare e divulgare le tecnologie 3D immersive, il gaming e la realtà virtuale), è importante non trascurare l’evoluzione storica e le emozioni del cinema. Nei prossimi mesi sono in programma presentazioni del film ad Amburgo e Londra e in vari festival internazionali.

VEDI ANCHE

DOCUMENTARI

Ad