/ NEWS

Viene presentato domani, martedì 13 febbraio presso il MAXXI di Roma, dopo la prima assoluta andata immediatamente sold out all’Extra Doc Festival, il nuovo festival di documentari di Cinema al MAXXI curato da Mario Sesti, Ho rubato la marmellata - Vita di un artista politicamente scorretto, di Gioia Magrini e Roberto Meddi, il film dedicato alla vita di un artista e un uomo straordinario: Remo Remotti.

Un uomo che in 90 anni di vita ha attraversato il Novecento, dall’infanzia nel fascismo agli anni Duemila, e che nel nuovo millennio ha conosciuto una fama da star underground presso un pubblico di giovanissimi. Un artista totale, noto al pubblico del cinema per le sue apparizioni folgoranti nei film di Nanni Moretti, che ha lavorato con Bellocchio, Scola, Loy, Verdone, Massimiliano Bruno e Francis Ford Coppola. Un poeta comico e spiazzante i cui monologhi e canzoni sono mandati tuttora a memoria da schiere di ragazzi.

Un artista visivo che ha affiancato Mambor, Fontana, Vedova, Manzoni.... E un uomo di vero spirito, per le risate che strappa ancora con i suoi paradossi che spiegano il senso dell’esistenza e di una felice, amorosa ricerca interiore. Un piccolo magnifico omaggio, a uno degli uomini di spettacolo più generosi degli ultimi cent’anni, capace di incarnare Sigmund Freud e Babbo Natale con uguale, assoluta credibilità e autorevolezza.

Ho rubato la marmellata - Vita di un artista politicamente scorretto è prodotto da Ruvido Produzioni in associazione con Istituto Luce Cinecittà, che lo distribuisce e lo porterà prossimamente nelle sale di alcune città. Il film andrà poi in onda su Sky Arte HD (120 e 400 di Sky) il 21 giugno, in occasione del terzo anniversario dalla scomparsa di Remotti. Un’occasione che sarà una festa per un artista incredibilmente vivo.

VEDI ANCHE

EVENTI

Ad