/ NEWS

Tra gli appuntamenti della stagione estiva “Caleidoscopio” alla Casa del Cinema di Roma c’è Suburra-La serie, composta da 10 episodi diretti da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi. Il Teatro all’aperto Ettore Scola, dal 4 all’8 luglio ospiterà la presentazione pubblica della serie originale Netflix - una Produzione Cattleya in collaborazione con Rai Fiction - prequel dell'omonimo film del 2015, a sua volta ispirato dal romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.

“Caleidoscopio” prevede alla Casa del Cinema oltre 70 appuntamenti che accompagneranno le serate di Villa Borghese dal 26 giugno al 5 settembre. Tutte le proiezioni, all’aperto o, in caso di pioggia, nella Sala Deluxe, saranno a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Si comincia il 26 giugno con una festa di compleanno: Franca Valeri, signora del teatro, della televisione e del cinema italiano, compie 98 anni e la Casa del Cinema di le dedica un omaggio. Del resto il programma è fitto di ricorrenze e grandi figure femminili: si festeggerà Francesca Archibugi a 30 anni dal suo folgorante esordio con Mignon è partita (1988); si saluterà Anna Magnani, che nasceva a Roma nel 1908, con un viaggio attraverso le sue più grandi interpretazioni fino all’Oscar per La rosa tatuata (1956) in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale.

Con 17 (+1) titoli in cartellone Cattleya ripercorre vent’anni della sua storia e grazie a Netflix e Rai Cinema questo percorso sarà completato con la presentazione di Suburra-La serie. Un altro importante anniversario che sarà ricordato nel corso di questa stagione è la nascita, il 26 giugno 1933, di Claudio Abbado, evento, reso possibile dalla collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Rai Teche e la Fondazione Claudio Abbado senza le quali non sarebbe stato possibile recuperare registrazioni storiche e spericolate sperimentazioni del Maestro. E ancora due rassegne tematiche: la prima dà il sottotitolo ideale al programma (L’amore non va in vacanza) ed è il risultato di scelte e provocazioni che Giorgio Gosetti, direttore della Casa del Cinema, ha condiviso con Angelo Draicchio, un cinefilo ogni volta capace di sorprendere. La seconda (Paura al Polo) nasce da un fenomeno esemplare nella scrittura di genere come il noir scandinavo e dall’esperienza di consolidato successo del Nordic Film Festival. Completano il Caleidoscopio 2018. Il Festival del cinema bulgaro, 28 giugno/1 luglio, il Romafrica Film Festival, 20/22 luglio e il Rome Independent Cinema Festival, 25 agosto, dedicato ai filmmaker indipendenti.

Leggi il programma quotidiano

VEDI ANCHE

EVENTI

Ad