/ NEWS

La sindaca Virginia Raggi ha partecipato all'assemblea del Convention Bureau di Roma e Lazio, ospitato da Istituto Luce Cinecittà negli studios sulla Tuscolana. L'ad e presidente Roberto Cicutto insieme al presidente di CBReL Onorio Rebecchini, ha accolto la prima cittadina all’interno della Sala Fellini. Il Convention Bureau è stato istituito un anno fa con funzioni di raccordo tra Roma Capitale, Regione Lazio, le associazioni di categoria e le imprese aderenti per elaborare e attuare strategie di marketing nell'ambito dell’offerta congressuale e dei servizi correlati, nell’organizzazione dei grandi eventi, nonché per monitorare i risultati. Membri permanenti del Comitato CBReL sono l’assessore capitolino e l’assessore regionale con delega al Turismo, a sottolineare il ruolo di coordinamento, supporto e indirizzo fornito dalle due istituzioni nella valorizzazione dell’offerta MICE (meeting, incentive, conference, exhibition) di Roma e Lazio. Tra i promotori le articolazioni territoriali di Confesercenti, Federalberghi, Federcongressi&eventi e Unindustria. Il totale degli associati ha raggiunto quota 120. Tra questi big player della meeting industry, solo per citarne alcuni, Aeroporti di Roma, Nuvola e Palazzo dei Congressi, Fiera Roma e Coni Servizi, ma anche Istituto Luce Cinecittà. Durante l'assemblea sono stati presentati alcuni nuovi soci, tra cui Artainments, Auditorio della Tecnica e Coop Culture

Nel suo intervento la sindaca Raggi, accompagnata dall'assessore allo Sviluppo Economico con deleghe al Turismo e al Commercio Claudio Cafarotti, ha sottolineato l'importanza del CBReL. "E' un bel film, visto il luogo dove ci troviamo possiamo dirlo, questo organismo capace di rendere un servizio importante alla città di Roma. Nel 2017 abbiamo avuto 15 mln turisti, abbiamo doti innate ma bisogna anche saperle valorizzare e il turismo congressuale porta visitatori di fascia medio alta che magari si trattengono ancora qualche giorno in città. Nel 2018 sono programmati eventi importanti come il congresso internazionale forense". Raggi ha sottolineato l'impegno capitolino per un turismo sostenibile. "L'unica strada per le grandi Capitali è quella della consapevolezza dell'impatto. Roma deve preservare la sua specificità. Per questo siamo tra i promotori del nuovo protocollo sul turismo sostenibile che mette insieme le principali città italiane". Non è mancato un richiamo alla ricchezza della città e dei suoi dintorni: "Roma non è città da visitare una volta, ci sono tanti percorsi possibili, tanti siti da valorizzare anche in periferia, come ad esempio il Parco degli Acquedotti".

VEDI ANCHE

LUCE CINECITTÀ

Ad