/ NEWS

Dall'11 fino al 20 settembre, la Casa del Cinema di Roma rievoca gli albori della produzione cinematografica italiana con "Le città del Cinema", un evento in collaborazione con RaiTeche, dedicato alle tre città dove la settima arte ha mosso i suoi primi passi: Torino, Napoli e Firenze. Nei quattro appuntamenti previsti, sono presentati i programmi trasmessi nei primi mesi del 1981 dalla Terza Rete televisiva nazionale della Rai - con il titolo, appunto, “Le città del cinema italiano” - prodotti dalle strutture di programmazione delle Sedi Regionali della Rai di Torino, Napoli e Firenze.

Sono queste le tre città in cui ha avuto origine nel nostro Paese la produzione cinematografica, fra gli inizi del secolo scorso e gli anni 1930, gli stessi anni in cui si affermava negli altri paesi più avanzati del mondo. Una nuova arte che a Torino si aggiunge alle manifatture e alle aziende che ne fanno, con la Fiat, una delle capitali dell’industria italiana, a Napoli trova incessante nutrimento nel teatro e negli spettacoli musicali che sono la sua gloria e la sua fama nel mondo. Infine, a Firenze si fa iniziativa industriale e urbanistica con la nascita, a bocca d’Arno, di una città dedicata al cinema, Tirrenia, prima che fosse costruita e entrasse in attività a Roma, Cinecittà.

La rassegna, introdotta da Celestino Spada, un tempo dirigente RAI, si articola nei seguenti appuntamenti, sempre alle ore 17.00: Martedì 11 settembre e giovedì 13 settembre, “I giorni di Cabiria” (Torino); martedì 18 settembre, “Guagliò ciak si gira” (Napoli); giovedì 20 settembre, “Hollywood a bocca d’Arno” (Firenze).

VEDI ANCHE

EVENTI

Ad