/ NEWS

Da venerdì 12 a sabato 14 ottobre la Casa del Cinema di Roma ospita la 7° edizione di Scoprir, mostra del cinema iberoamericano, curata da Gianfranco Zicarelli e organizzata dall’Instituto Cervantes di Roma, in collaborazione con le ambasciate in Italia di Cile, Colombia, Ecuador, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Portogallo e Uruguay. Dieci i film proposti, in anteprima per l'Italia, in lingua originale con sottotitoli in italiano, in rappresentanza di altrettanti paesi dell’area iberoamericana.

Accanto alla sezione ufficiale si aggiunge una sezione speciale dal titolo “Il ’68 messicano. Revisione delle sue rivoluzioni”. Una vetrina sulla rivoluzione studentesca messicana attraverso film, documentari e filmati inediti per l’Italia, organizzata in collaborazione con il Centro di studi messicani UNAM – España e la Filmoteca Unam, aperta con il documentario Memorial del ‘68 del regista e cineasta Nicolás Echevarría. Sarà proposto anche il documentario El grito (nella foto) che ha la sceneggiatura di Oriana Fallaci

Ad inaugurare ufficialmente la tre giorni, venerdì 12 ottobre alle ore 20, sarà la pellicola portoghese A Mae è che sabe del giovane regista Nuno Rocha con Maria João Abreu, seguita dalla commedia esistenziale diretta dall’ecuadoriano León Felipe Troya, dal titolo Mi tía Toty

Domenica 14 ottobre si inizia alle 16 con Septiembre di Kenneth Müller, vincitore nel 2015 del Netflix Awards col precedente 12 Seconds. Alle 18 Il film colombiano Keyla, esordio della regista e cineasta Viviana Gómez Echeverry. Seguirà alle 20 No Sé Decir Adiós, primo lungometraggio dello spagnolo Lino Escalera, presentato al Festival del cinema di Malaga e vincitore del Premio Goya per la migliore attrice protagonista. Chiuderà alle 22 la proiezione di Que culpa tiene el niño di Gustavo Loza.

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad