/ ARTICOLI

Ottava edizione del Il Bif&st-Bari International Film Festival, in programma da sabato 22 a sabato 29 aprile, che ospiterà al Teatro Petruzzelli 9 Anteprime internazionali: La tenerezza di Gianni Amelio, Miss Sloane di John Madden, Unlocked di Michael Apted, Going In Style (Insospettabili sospetti) di Zach Braff, 20th Century Women di Mike Mills, Get Out (Scappa) di Jordan Peele, Le divan de Staline di Fanny Ardant, Return To Montauk di Volker Schlöndorff, Gifted - Il dono del talento di Marc Webb.
10 i film in concorso a Panorama internazionale: Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni con Giuliano Montaldo, Andrea Carpenzano, Donatella Finocchiaro, An Ordinary Man di Brad Silberling, Carole Matthieu di Louis-Julien Petit, Land of The Gods di Goran Paskaljevic, El otro hermano di Israel Adrián Caetano, En amont du fleuve di Marion Hänsel, Gold di Stephen Gaghan, Die nacht der 1000 stunden di Virgil Widrich, Their Finest di Lone Scherfig, Unless di Alan Gilsenan. Fuori concorso troviamo: Nobili bugie di Antonio Pisu con Claudia Cardinale, Raffaele Pisu, Giancarlo Giannini, Ivano Marescotti, Gianni Morandi e De premier di Erik van Looy.
Una giuria del pubblico presieduta da Chiara Caselli attribuirà il Bif&st 8½ International Award per il miglior regista, per il miglior attore protagonista e per la migliore attrice protagonista.

La giuria stabile del Bif&st, composta da 9 critici italiani aderenti al SNCCI, ha attribuito nella sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi una serie di riconoscimenti scegliendo fra i migliori film italiani dell’anno 2016-2017, tra i quali il Premio Mario Monicelli per il miglior regista a Claudio Giovannesi per Fiore. I vincitori parteciperanno a Focus su... condotto da Franco Montini, incontri che si svolgeranno ogni giorno alle 19.00 al Barion.
10 sono i titoli - tra questi Le ultime cose di Irene Dionisio, targato Luce Cinecittà - che concorrono nella sezione ItaliaFilmFest-Opere prime e seconde al Premio Ettore Scola per il regista della migliore opera prima o seconda, al Premio Mariangela Melato per il cinema per la migliore attrice protagonista e al Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore protagonista.

Saranno 9 le Lezioni di Cinema con: Andrej Konchalovskij, Alessandro Gassmann, Greta Scacchi, Pupi Avati, Carlo e Enrico Vanzina, Dario Argento, Fanny Ardant, Margarethe von Trotta, Jacques Perrin, Volker Schlöndorff.
Per Cinema e Scienza, in occasione del tributo dedicato all’attore e produttore Jacques Perrin, verranno presentati alcuni film da lui diretti e/o prodotti legati al tema dell’ambiente e della natura. Al termine di ciascuna proiezione è previsto un incontro con scienziati e personalità della cultura.
La sezione “Cinema e scienza” verrà completata nel pomeriggio del 23 aprile con un evento speciale dedicato al terribile lavoro di riconoscimento delle salme dei migranti ripescate nel Mediterraneo per dar loro un’identità. Operazione coordinata dall’anatoma-patologa Cristina Cattaneo che sarà a Bari per discuterne con Giuseppe De Mola di Medici Senza Frontiere e Michele Emiliano al termine della proiezione del film LAMERICA di Gianni Amelio.

In occasione dell’80° anniversario della morte di Antonio Gramsci verranno presentati il 28 aprile 4 film a lui dedicati: Antono Gramsci - I giorni del carcere di Lino Del Fra, Nel mondo grande e terribile di Daniele Maggioni, Laura Perilli, Maria Grazia Perria, Gramsci 44 di Emiliano Barbucci, New York e il mistero di Napoli - Viaggio nel mondo di Gramsci di Gianni Amico e Giorgio Baratta con Dario Fo e Franca Rame.
In ricordo di Maria Pia Fusco, sceneggiatrice, giornalista e per anni collaboratrice del Bif&st, verrà presentato il 25 aprile Salon Kitty da lei sceneggiato con Ennio De Concini e Tinto Brass.

Tra gli Altri Eventi speciali: Sciuscià 70 di Mimmo Verdesca e Maestro di Alexandre Valenti (Luce Cinecittà); La ragazza dei miei sogni di Saverio Di Biagio con Primo Reggiani, Nicolas Vaporidis, Miriam Giovannelli, Chiara Gensini; 
Nove giorni Al Cairo - Un'inchiesta per Giulio di Carlo Bonini e Giuliano Foschini.
Sono inoltre previsti, accompagnati da alcuni film, i seguenti Tributi a: Andrej Konchalovskij, Alessandro Gassmann (con Alessandro Gassman. essere Riccardo... e gli altri di Giancarlo Scarchilli), Greta Scacchi, Pupi Avati, Sabrina Ferilli, Dario Argento, Steno, Volker Schlöndorff, Fanny Ardant, Jacques Perrin, Carlo Di Palma (con il documentario Acqua e zucchero di Fariborz Kamkari).

In collaborazione con la libreria La Feltrinelli si svolgeranno 6 Incontri dedicati alla figura e al lavoro di Vittorio Gassman e Dino Risi ai quali sono dedicate le già annunciate vastissime retrospettive incrociate, organizzate con la collaborazione determinante di: CSC-Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, RAI Teche e Luce Cinecittà che ha curato 20 “pillole” ricavate dai suoi preziosi Archivi. Il vasto Tributo  propone 34 film interpretati da Gassman, 12 dei quali diretti da Risi, oltre ad innumerevoli materiali audiovisivi dall’immenso giacimento di RAI Teche e Luce e da altri documentaristi. Verrà inoltre allestita tutt’intorno al Teatro Petruzzelli una vasta mostra fotografica su Vittorio Gassman.

A cinquant’anni dalla morte di Totò, il Bif&st lo ricorda il 25 aprile con la presentazione di “Totalmente Totò” di Alberto Anile e di “Vita di Totò” di Ennio Bispuri, presenti gli autori con Jean Gili.
Verrà ricordato Nino Rota, autore delle musiche di quasi tutti i film di Federico Fellin. In programma diversi estratti di musiche di Rota eseguite da vari musicisti in apertura di serata al Teatro Petruzzelli.
Verrà organizzato un Laboratorio per autori del montaggio dedicato a Immagine e suono condotto dal grande montatore Roberto Perpignani.
Il 26 e 28 aprile sono previsti rispettivamente un incontro sulle attività della Fondazione Apulia Film Commission e sui fondi a favore del cinema e dell’audiovisivo in Puglia; il convegno “Il sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa e il settore dell’animazione”, con la partecipazione di Enrico Bufalini, Chiara Fortuna, Maurizio Sciarra e Andrea Coluccia.

Il 25 aprile il Bif&st ripresenta Diaz di Daniele Vicari per rimarcare l’assenza di una norma dello Stato che preveda e punisca il reato di tortura, secondo la Convenzione delle Nazioni Unite di 28 anni fa. Il film narrava le violenze di cui furono vittime i manifestanti contro il G8 arrestati nella notte del 21 luglio 2001. Il 6 aprile 2017 la Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo ha obbligato lo Stato italiano a risarcire almeno alcune delle vittime di violenza e tortura. 

VEDI ANCHE

BARI 2017

Ad