/ ARTICOLI

Torna al cinema la coppia sadomaso più famosa degli ultimi anni, composta da Anastasia Steele (Dakota Johnson) e Christian Grey (Jamie Dornan), con l’ultimo capitolo della saga erotico-sentimentale che li vede protagonisti dal 2015. Ispirato al terzo capitolo dell’epopea di E. L. James, Cinquanta sfumature di rosso è un thriller erotico, in cui i protagonisti, ormai coniugi, affrontano la quotidianità, cercando il giusto equilibrio tra la personalità sadomasochista di Christian e il desiderio di indipendenza di Ana(stasia).

Frutto della felice collaborazione tra la “signora delle sfumature” E. L. James (pseudonimo di Erika Leonard) - in disaccordo con le scelte di regia di Sam Taylor-Johnson nel primo episodio - e James Foley (Perfect Stranger, Who’s that girl?, House of Cards), Rosso è stato girato a Vancouver insieme a Nero, uscito in sala l'anno scorso. Dopo la passione favolistica di Grigio e l’erotismo sfrenato di Nero, Rosso cerca una sintesi tra i due, aggiungendo al romanticismo del matrimonio e all’erotismo della stanza rossa del bondage, una punta di thriller e di pericolo. Dal titolo originale Fifty Shades Freed - letteralmente “liberato” - la versione italiana del film è associata al colore rosso, come la  passione erotica, vera protagonista del film, e come la parola d’ordine per interrompere i giochi BDSM di Ana e Christian.

Ormai sposati, ricchissimi, bellissimi e innamoratissimi, i protagonisti non fanno in tempo ad arrivare a Nizza per la luna di miele che da Vancouver arrivano brutte notizie. L’ex capo di Ana, Jack Hyde (Eric Johnson), licenziato dall’azienda per stalking nei confronti di lei, ha intenzione di vendicarsi, chiedendo soldi alla coppia e mandando all’aria i loro piani di felicità, mentre Elena Lincoln (Kim Basinger), vecchia fiamma di Christian, cerca di riconquistarlo dalle retrovie di una passione carnale passata.

La saga soft erotica, che in libreria ha venduto 125 milioni di copie, tradotta in 52 lingue, arriva al cinema l’8 febbraio, a pochi giorni sa San Valentino, come è stato l’anno scorso per Cinquanta sfumature di nero, in sala il 9 febbraio, sempre distribuito da Universal Pictures. Lontano dalle atmosfere libertine settecentesche del Marchese de Sade e di Denis Diderot, Rosso è il compimento del sogno di Ana, una Cenerentola moderna che somiglia molto a Carrie Bradshaw di Sex and the City, che, con ostinazione e pazienza, plasma il comportamento del suo amato, smussandone i lati spigolosi e da dominatore, fino a renderlo l’uomo perfetto.

 

VEDI ANCHE

USCITE

Ad