/ ARTICOLI

CANNES - L'appuntamento estivo dell'industria cinematografica italiana arriva all'ottava edizione e si consolida, proponendo anche l'anteprima dell'attesissimo Soldado di Stefano Sollima, con Josh Brolin e Benicio Del Toro, che uscirà con 01 Distribution il 18 ottobre. In programma a Riccione dal 2 al 5 luglio, Ciné - Giornate di cinema sarà come sempre la piattaforma di lancio dei listini dei prossimi mesi e un'occasione di incontro e confronto per gli operatori.

"Alla vigilia delle elezioni dell'Anec e in un momento di grande cambiamento come questo - ha detto Andrea Occhipinti, presidente Anica sezione distributori e fondatore di Lucky Red durante la presentazione all'Italian Pavilion del Festival di Cannes - l'auspicio è che il settore ritrovi unità per affrontare insieme le questioni più urgenti. Tra queste, la necessità di posizionare i film con molto più anticipo". La sua società porterà presto in sala tre film visti sulla Croisette: Cold War, Todos lo Saben e Capharnaum.

Sulla necessità di una pianificazione condivisa sono tutti d'accordo, a partire da Luigi Lonigro, vicepresidente Anica e direttore 01 Distribution: "C'è bisogno di ricominciare a parlarsi tra associazioni per evitare, come è successo, che 5 titoli forti italiani escano nello stesso momento e si massacrino a vicenda. Potrebbero arrivare in due mesi i nuovi film di Pieraccioni, Zalone e Ficarra e Picone ed è necessario programmarli con giudizio". 01 Distribution sarà a Ciné con un listino di 26 titoli, tra cui i nuovi lavori di Martone, Amelio, Bellocchio, Virzì e il Pinocchio di Garrone.

I convegni e le convention di Ciné cadono tra l'altro, quest'anno, in un momento significativo anche dal punto di vista dei cambiamenti legislativi: "Il 2017 è stato l'anno in cui si è completata la nuova legge cinema - ha sottolineato Francesco Rutelli, presidente Anica - ora siamo in un quadro di discreta certezza grazie a uno strumento normativo maturo e moderno e dobbiamo usare il 2018 per predisporre una buona programmazione del 2019 con tutti gli attori della filiera". Anche perché, come ha detto il presidente Anem Carlo Bernaschi, "Crescono tutti i mercati, tranne quello italiano. I film ci sarebbero, ma evidentemente sono programmati male". 

Piera Detassis, direttore di Ciak e Direttore artistico dell'Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, ha puntato invece l'attenzione sull'aspetto della promozione: "C'è una rivoluzione in corso nella comunicazione del cinema, e lo stiamo sentendo in modo forte a questo Festival di Cannes: si riducono drasticamente le possibilità di interviste e persino le conferenze stampa, mentre con un piccolo video sull'accoglienza di un film si ottiene una risposta enorme, molto più alta di quella che si ha dando delle notizie. Tutto è cambiato e dobbiamo prendere di petto questo cambiamento". Presente anche quest'anno a Riccione con i CinéCiak per la commedia, Detassis farà un passo indietro visto il nuovo ruolo ai David di Donatello, dove si sta mettendo mano alle regole che riguardano la giuria e le votazioni e si stanno programmando eventi nel corso dell'anno, legati soprattutto alla formazione. Infine Manlio Castagna, vicedirettore artistico di Giffoni Film Festival, ha annunciato la sua presenza a Riccione e l'apertura di un Dipartimento scuola della sua kermesse, pensato per favore l'incontro tra i film e gli studenti.

Ciné - Giornate di Cinema è promosso e sostenuto da Anica in collaborazione con Anec e Anem, prodotto e organizzato da Cineventi di Remigio Truocchio.

VEDI ANCHE

CANNES 2018

Ad