/ FOCUS

LUCE CINECITTÀ

 Elementi

L'arte di Pino Settanni ritorna in 'Primi Piani'

Dopo la mostra che nella scorsa primavera – salutata da un felice riscontro di pubblico – ne ha celebrato il lavoro di grande reporter in giro per il mondo, Istituto Luce Cinecittà torna a celebrare il genio fotografico di Pino Settanni con un’esposizione che omaggia la sua opera più nota e inimitabile: quella di ritrattista delle stelle, delle icone, dei protagonisti del cinema italiano

Roberto Cicutto confermato al vertice di Luce Cinecittà

L’Assemblea dei soci ha nominato Roberto Cicutto presidente di Istituto Luce-Cinecittà. Per Cicutto si tratta di una conferma alla guida della società che nei giorni scorsi ha annunciato l’acquisizione del ramo d’azienda di Cinecittà Studios, con l’ampliamento e il rilancio delle attività dei Teatri di posa di via Tuscolana. L’Assemblea ha inoltre nominato i componenti del cda, confermando Maite Carpio Bulgari, e come nuovo consigliere Paolo Tenna, amministratore delegato di FIP - Film Investimenti Piemonte

Istituto Luce-Cinecittà acquisisce il ramo d’azienda di Cinecittà Studios

Il complesso di via Tuscolana ritorna alla gestione pubblica. Nel nuovo piano di sviluppo il rilancio del sito e delle sue attività, con la costruzione di due Teatri di posa, i nuovi progetti, e una filiera unificata dalla produzione alla promozione

E la Storia d’Italia corre parallela

Pubblichiamo un'anticipazione dell'articolo sulla storia di Cinecittà che uscirà prossimamente sul numero di settembre della rivista bimestrale, nell'ambito di uno speciale dedicato agli 80 anni del complesso dei teatri di posa di via Tuscolana: dalla fine della guerra (che lasciò gli stabilimenti cinematografici in condizioni disastrose), alla Hollywood sul Tevere, agli anni di Federico Fellini, che ne fece la sua "casa"

Bruni e Catinari, incontro a Spilimbergo per 8½

Regia e fotografia faccia a faccia in un divertente confronto tra Francesco Bruni e Arnaldo Catinari, autore e direttore della fotografia  di Tutto quello che vuoi, a Spilimbergo per l'inaugurazione della terza edizione delle “Giornate della Luce”.  L’Incontro di 8 ½ di cui sono stati protagonisti ha svelato dietro le quinte molti particolari della lavorazione del film

Giornata Rossellini con 'Il Cinema Ritrovato'

A 40 anni dalla scomparsa, avvenuta il 3 giugno 1977, una giornata in ricordo del regista, il 24 giugno a Bologna, in occasione dell’inaugurazione della 31ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato, promosso dalla Cineteca di Bologna fino al 2 luglio. L'evento è organizzato da Istituto Luce - Cinecittà e Cineteca di Bologna

Bozzetto non troppo al Festival di Annecy

Bozzetto non troppo, il film documentario di Marco Bonfanti dedicato al genio italiano dell’animazione mondiale, è stato selezionato al Festival Internazionale d’Animazione di Annecy nella sezione dedicata ai classici. Sarà accompagnato dal regista e dal maestro dell'animazione italiana 

'L’uomo che non cambiò la storia' a Bologna, Napoli e Roma

Il regista Enrico Caria è con il suo docu-noir L’uomo che non cambiò la storia il 18 maggio a Genova alla sala Cappuccini e il 24 maggio a Bologna al cinema Lumière

Quell'attentato immaginato contro Hitler e Mussolini

Arriva nelle sale l'11 maggio con Istituto Luce Cinecittà, dopo essere stato all’ultima Mostra di Venezia, L’uomo che non cambiò la storia di Enrico Caria, ‘docu-noir’ che racconta la storia vera e straordinaria di Ranuccio Bianchi Bandinelli, il principe dell’archeologia italiana: quella di una visita guidata e del clamoroso attentato immaginato contro Hitler e Mussolini, riuniti nel celebre viaggio del Fürher in Italia nel 1938, in cui il professore archeologo fece da cicerone per le bellezze artistiche del Paese, e da segreto, impossibile tirannicida

Istituto Luce Cinecittà sostiene il Premio Zavattini

I progetti che parteciperanno al Premio Zavattini potranno attingere anche all'imponente patrimonio filmico di Istituto Luce Cinecittà, grazie a una convenzione sottoscritta da quest'ultimo con la Fondazione Aamod, che promuove l'iniziativa. Si tratta di un sostegno importante alla finalità del Premio - stimolare nelle giovani generazioni la conoscenza e il riuso creativo del cinema d'archivio - che permette di allargare le possibilità progettuali dei cineasti che vorranno presentare la domanda di partecipazione. Si potranno utilizzare i Cinegiornali storici pubblicati sul canale Youtube del Luce ai sei progetti ammessi al seminario di sviluppo saranno messi a disposizione fino ad un massimo di 3 minuti di repertorio per ciascuno. Tali materiali verranno rilasciati in licenza Creative Commons 4.0 “Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo” (come gli altri materiali del Premio) e dovranno riportare il logo Istituto Luce in alto a destra. La convenzione prevede anche comuni iniziative di promozione del Premio Zavattini da parte della Fondazione Aamod e di IIstituto Luce Cinecittà

Ad