/ FOCUS

OSCAR

 Elementi

Gli Oscar si fanno 'pop'

Il 24 febbraio 2019, quando al Dolby Theatre di Hollywood andrà in scena la 91ma edizione degli Academy Awards, verrà assegnata una nuova statuetta: l'Oscar per i film popolari. A renderlo noto la stessa Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l'organizzazione che assegna i premi più ambiti del cinema. Il nuovo riconoscimento, i cui dettagli verranno resi noti solo in un secondo momento, è stato ufficializzato dopo l'ultima riunione, durante la quale John Bailey è stato rieletto presidente per un secondo mandato

Novità per gli Oscar: arriva la categoria 'film popolare'

Il 24 febbraio, quando al Dolby Theatre di Hollywood andrà in scena la 91esima edizione degli Academy Awards, verrà assegnata una nuova statuetta: l'Oscar per i film popolari. Lo ha comunicato la stessa Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l'organizzazione che assegna i premi più ambiti del cinema

La strada dei Samouni concorrerà all'Oscar

Il film di Stefano Savona competerà alla 91esima preselezione degli Oscar grazie al Premio Oeil d'or come Miglior Documentario ricevuto a Cannes, inserito nell'elenco ufficiale dei premi idonei per la preselezione agli Academy Awards

Inizia l'iter per la candidatura italiana all’Oscar

L’ANICA come ogni anno è stata invitata dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences  a designare il film italiano che concorrerà alla 91ma Edizione degli Academy Awards- categoria Film in Lingua Straniera. La designazione dovrà essere espressa prendendo in considerazione le candidature la cui prima distribuzione in Italia sia avvenuta tra il 1° ottobre 2017 ed il 30 settembre 2018

Molti italiani tra i membri dell'Academy

Ci sono molti connazionali fra coloro che hanno ricevuto l'invito a diventare membri della prestigiosa Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, l'organismo che vota per gli Oscar: Luca Guadagnino, Marco Bellocchio, Alice e Alba  Rochwacher, il compositore Carlo Siliotto (The Punisher, La misma luna), i montatori Valerio Bonelli, Walter Fasano e Cristiano Travaglioli (Youth)

Rubato e ritrovato l'Oscar di Frances McDormand

La statuetta era stata prelevata la notte del 4 marzo da un tavolo del Governor's Ball. dove, come da tradizione per i vincitori, la McDormand era andata una volta finita la cerimonia. E' infatti a questo party ufficiale che le statuette vengono etichettate con il nome del vincitore. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio

Chiamami col tuo nome: Guadagnino già al lavoro sul sequel

"Con André Aciman stiamo già pensando al proseguo della storia che sarà ambientata sei o sette anni dopo la prima – ha detto il regista – sarà un nuovo film con un tono molto diverso e i protagonisti saranno sempre Armie Hammer e Timothée Chalamet"

L'Anica felice per l'Oscar a Ivory

"Anche quest’anno c’è un segno italiano tra gli Oscar, grazie al film Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino", si legge in un comunicato stampa dell'Anica 

Frances McDormand: standing ovation per tutte le donne

Non potevano mancare, nella Notte degli Oscar, i riferimenti ai neonati movimenti femministi, Time's Up e #Metoo. L'attrice, premiata per Tre manifesti a Ebbing, Missouri, ha chiesto a tutte le donne in platea di alzarsi e di ricevere il premio insieme a lei

Del Brocco: "Congratulazioni a Guadagnino"

"Congratulazioni a Luca Guadagnino che porta l'Italia sulla ribalta degli Oscar", dice Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema

Ad