/ FOCUS

CANNES 2017

 Elementi

Le vie del cinema a Roma e Milano

Alcuni dei più interessanti film del 70° Festival di Cannes arrivano nelle sale della Capitale (fino al 18 giugno) e a Milano (dal 17 al 23 giugno) grazie all'Agis e all'Anec con la classica rassegna, che nel capoluogo lombardo è dedicata quest'anno alla memoria del decano dei critici Morando Morandini 

Cannes a Roma: 14-18 giugno

Giunta alla 21ma edizione, Le vie del cinema da Cannes a Roma (14-18 giugno) porterà in alcune sale romane e laziali una selezione di film provenienti dal 70° Festival di Cannes, che saranno proiettati in versione originale con sottotitoli. Le sale coinvolte sono il Giulio Cesare, l’Eden e il Fiamma di Roma, l'Etrusco di Tarquinia, il Palma di Trevignano e il Corso di Latina

Östlund: "Dividere la Palma con Haneke? Proprio no"

"Non c'è solo satira in The square c'è anche un contenuto che volevo trasmettere. Volevo fare un bel film. E poi non si vince una Palma d'oro senza contenuti". Così un eccitato Ruben Östlund, il regista svedese che si è portato a casa la Palma d'oro, ha commentato il premio. Dividerebbe la Palma con qualcuno, magari con Haneke? "No, no con nessuno, è solo mia" 

120 BPM e le lacrime di Almodóvar

“Ho amato 120 battiti al minuto dall'inizio sino alla fine, non mi sarebbe potuto piacere di più”, ammette il presidente di giuria lasciando intuire la sua preferenza. Per poi aggiungere tra le lacrime, in ricordo degli attivisti che negli Anni ’90 lottarono per rompere l'indifferenza sul tema dell'Aids: “Campillo ha raccontato storie di eroi veri che hanno salvato molte vite"

Doppietta per Teodora

Sia The square di Ruben Ostlund che 120 battements par minute di Robin Campillo, rispettivamente Palma d'oro e Grand Prix a Cannes, usciranno in Italia distribuiti dalla società di Vieri Razzini e Cesare Petrillo

La satira di Östlund batte l'Aids di Campillo

Nell'anno del 70° compleanno la Francia sfiora la Palma d'oro ma si deve accontentare del secondo posto con il Grand Prix andato a 120 battements par minute di Robin Campillo. Il massimo premio incorona invece lo svedese The Square di Ruben Östlund. Premi per l'interpretazione a Diane Kruger e Joaquim Phoenix. Un premio speciale del Settantenario all'onnipresente Nicole Kidman

Palma d'Oro allo svedese Ruben Ostlund per The Square

La 70/a edizione del Festival di Cannes consegna la Palma d'Oro allo svedese Ruben Ostlund per The SquareDiane Kruger e Joaquin Phoenix sono i migliori interpreti, Sofia Coppola la miglior regista. Robin Campillo si aggiudica il Grand Prix della Giuria con 120 battiti al minuto. Miglior sceneggiatura ex aequo tra The Killing of a Sacred Deer e You Were Never Really Here. Il russo Loveless ottiene il Premio della Giuria

Franceschini e Rutelli: complimenti a Jasmine Trinca

"Ha saputo emozionare pubblico e critica", secondo il ministro del Beni Culturali. E il presidente Anica: "Protagonista forte e innovativa del cinema italiano"

Jasmine Trinca miglior attrice a UCR: "Celebro l'idea di una donna semplice che fatica"

"Questo è anche un premio alle donne, e io penso alle grandi donne della mia vita: mia madre e mia figlia, che stamattina vedendomi partire mi ha urlato non andare". Emozionata, sul palco della Sala Debussy, Jasmine Trinca ha ricevuto il premio come Miglior Attrice al Certain Regard del Festival di Cannes. "Pensavo di mettermi a cantare Grazie alla vita, poi per fortuna ho evitato"

Premio Fipresci a "120 battiti al minuto"

120 battiti al minuto di Robin Campillo si è aggiudicato il premio della Federazione Internazionale dei Critici Cinematografici. Al Certain Regard si è imposto Closeness, mentre The Nothing Factory ha vinto il premio per la migliore opera prima o seconda della Quinzaine o della Semaine

Ad