/ FOCUS

FUORINORMA

 Elementi

Fuorinorma, un altro cinema è possibile

Affollato convegno domenica 10 dicembre al cinema Farnese di Roma: dopo una presentazione di Adriano Aprà, che ha proposto e coordinato il festival espanso, per quasi quattro ore, si sono susseguiti senza sosta interventi di autori, produttori, distributori, esercenti, critici 

Riconoscersi Fuorinorma

Domenica 10 dicembre, dalle ore 10, al cinema Farnese di Roma è stato organizzato il convegno Riconoscersi Fuorinorma a cura di Adriano Aprà: sarà un incontro, confronto, scontro con autori, produttori, distributori, esercenti, critici e spettatori sui temi della via neosperimentale del cinema italiano

Fuorinorma, il programma

All'Off/Off Theatre in via Giulia prosegue il festival permanente di cinema sperimentale italiano a cura di Adriano Aprà. Dal 6 novembre si sposterà in altre sale indipendenti romane

Fuorinorma, cercasi spettatori indipendenti

Adriano Aprà ha presentato il progetto di "festival permanente" del cinema neosperimentale: si parte dal 26 ottobre con Per amor vostro di Giuseppe Gaudino che sarà proiettato all'Off/Off Theatre di Roma

Fuorinorma, il cinema neo-sperimentale trova casa

Si apre con un doveroso ricordo di Americo Sbardella, creatore del Filmstudio '70, e si chiude con l'annuncio della nuova iniziativa di Adriano Aprà, Fuorinorma, che darà visibilità al cinema neo-sperimentale italiano. In mezzo c'è l'insofferenza, l'esuberanza, la difficoltà di comunicare di alcuni dei giovani autori ospitati in Satellite, la sezione della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro dedicata all'undeground

Il cinema neo-sperimentale a ottobre a Roma

Adriano Aprà lancia l'idea di una rassegna di opere off, belle ma emarginate dai circuiti ufficiali, e alcune sale romane rispondono all'appello. Tra i film scelti La bocca del lupo di Pietro Marcello, Le quattro volte di Michelangelo Frammartino e terramatta; di Costanza Quatriglio. E dopo Roma i film potrebbero essere visti in altre città italiane e straniere 

Fuori norma, Pesaro sperimentale

Confronto collettivo tra gli autori presenti al PesaroFilmFest con i loro film. Il curatore dell'Evento speciale Adriano Aprà ha ricordato come a partire dal Duemila, grazie al digitale, vi sia stato un costante aumento di opere sperimentali di vari generi, supporti e durate, fuori dalla regola della finzione naturalistica e del documentario del reale. Un fenomeno che ha la sua ragione nell’accesso a basso costo alle nuove tecnologie e nel superamento dei vincoli della distribuzione in sala grazie al web 

Ad