/ FOCUS

MOLESTIE

 Elementi

Impacciatore: "Dissenso Comune è rivoluzione culturale"

L'attrice, tra le firmatarie dell'appello, interviene a spiegare le ragioni della protesta. Contestata invece da Asia Argento che si è rifiutata di aderire e adesso attacca su twitter

Dissenso comune, le donne del cinema contro il sistema delle molestie

Si chiama Dissenso comune ed è una lettera manifesto firmata da 124 attrici e lavoratrici dello spettacolo. Due mesi di incontri tra un gruppo sempre più largo di donne, per intervenire in modo collettivo contro il sistema di potere che genera le molestie. Tra le firmatarie Paola Cortellesi, Valeria Golino, Francesca e Cristina Comencini, Anna Foglietta, Alba Rohrwacher, Jasmine Trinca

Scoppia il caso attorno alla lettera di Deneuve & Co

La diva tra le firmatarie di una lettera contro l'onda puritana che fa discutere. E non si fa attendere la replica di un gruppo di femministe francesi guidate da Caroline De Haas

Nuovo codice di condotta dell'Academy

Nel nuovo codice, inviato agli 8.400 membri, si spiega che non c'è posto per "le persone che sfruttano il loro status, il proprio potere o la propria influenza per violare gli standard di decenza"

'Poveri ma ricchissimi' in uscita, ma senza Brizzi

Warner Bros Entertainment Italia conferma l'uscita del film il 14 dicembre, ma il regista accusato di molestie non prenderà parte alla promozione

Brizzi accusato di molestie da dieci attrici. Il legale smentisce

"In riferimento alla trasmissione Le Iene, andata in onda nella serata di domenica, ribadisco di non avere mai avuto rapporti non consenzienti": sono le parole del regista Fausto Brizzi affidate al suo legale Antonio Marino, dopo le nuove accuse da parte di attrici intervistate nel corso della trasmissione

Scandalo Weinstein: Gerini tirata in ballo querela modella

Il nome dell'attrice compare nelle rivelazioni bollenti che la modella neozelandese Zoe Brock ha rilasciato a 'Variety', come riporta anche 'Dagospia'. Gerini però ci tiene a chiarire: "Non c'entro. Sono sconcertata da questo racconto, devo per forza reagire, ho due figlie da proteggere"

L'Academy espelle Weinstein

L'Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha votato l'espulsione immediata del produttore americano coinvolto nello scandalo sessuale. Il presidente francese Macron conferma il ritiro della Legion d'onore. E Amazon ha deciso di sospendere le riprese di una serie televisiva prodotta dalla Weinstein Co e interpretata da Robert De Niro e Julianne Moore

Weinstein: la polizia indaga

La polizia di New York sta conducendo approfondimenti su eventuali accuse di aggressione a sfondo sessuale contro il produttore cinematografico Harvey Weinstein. Gli investigatori stanno conducendo verifiche per controllare se vi fossero in passato denunce per aggressione o molestie oltre al caso già emerso e da cui scaturì una indagine nel 2015

Lescure e Fremaux su Weinstein: "imperdonabile"

Un comportamento "imperdonabile": così, il presidente del Festival di Cannes, Pierre Lescure e il delegato generale, Thierry Fremaux, condannano le azioni del produttore Usa

Ad