/ FOCUS

GIORNATE DEL MUTO 2018

 Elementi

Pordenone, l'edizione 2019 dal 5 al 12 ottobre

Come anticipato dal direttore Jay Weissberg la prossima edizione del Festival comprenderà un'ampia retrospettiva su William S. Hart con molte rarità, slapstick europeo, altri titoli sopravvissuti di John Stahl a completare la rassegna di quest'anno, e il cinema latino-americano. Tornerà, dopo il suo debutto, il  Premio David Gill, assegnato alla migliore collaborazione e improvvisazione musicale

Il giocatore di scacchi chiude il festival del muto

Il giocatore di scacchi - che chiuderà le Giornate del Cinema Muto sabato 13 ottobre -  è una fantasia storica ambientata nella Polonia del Settecento con al centro la figura di un enigmatico barone inventore di automi a grandezza naturale

Lubitsch dirige la "zarina" Pola Negri

Alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone Forbidden Paradise (1924), prima mondiale di un restauro effettuato dal MoMA e presentato dalla figlia del regista. Si tratta dell’ultimo film della collaborazione di Lubitsch con Pola Negri, poco dopo il loro arrivo in America, reduci dai trionfi cinematografici europei

I promessi sposi tra le perle del muto

Tra gli eventi di spicco della 37esima edizione delle Giornate del Cinema Muto (Pordenone, 6-13 ottobre) il direttore Jay Weissberg sottolinea la proiezione del film manzoniano di Mario Bonnard, al quale viene anche dedicata una retrospettiva. Film d'apertura è La nave dei galeotti di John Robertson, un regista oggi dimenticato ma molto amato da Hitchcock

Pordenone: una partitura eccellente per Bonnard

Mercoledì 10 ottobre a Pordenone la prima assoluta della partitura dell’udinese Valter Sivilotti, compositore affermato a livello internazionale, scritta per I promessi sposi di Mario Bonnard (1922). La partitura del film, restaurato dalla Cineteca Italiana di Milano, viene eseguita dalla Nuova orchestra da camera “Ferruccio Busoni” diretta dal Maestro Massimo Belli

John M. Stahl riscoperto a Pordenone

I primi film del regista e produttore americano John M. Stahl (1886-1950) saranno fra le più importanti riscoperte delle prossime Giornate del Cinema Muto di Pordenone (dal 6 al 13 ottobre). In programma anche un omaggio a Mario Bonnard

Ad