/ INTERVISTE

Daniele Incalcaterra: "Il mio cinema militante, dal Paraguay al Portogallo"

Daniele Incalcaterra è al Festival di Mar del Plata in duplice veste: come regista con Chaco, girato insieme a Fausta Quattrini e presentato nella competizione latino americana, e come attore nel film portoghese del concorso internazionale A fabrica de nada. In entrambi i casi la sua è una presenza fortemente politica

Carmen Guarini: "Fernando Birri, maestro di utopia"

Poeta e cineasta, anarchico e ironico, animato da una fede incrollabile nel futuro, artista dal forte impegno politico e soprattutto grande utopista, Fernando Birri è un personaggio unico che un film visto qui al Festival di Mar del PlataAta tu arado a una estrella, ci fa conoscere in profondità. Ne abbiamo parlato con l'autrice, Carmen Guarini 

Claude Lelouch: "Sì, no e la forza del caso"

Il popolare regista francese, ospite d’onore del 32° Festival di Mar del Plata dove ha portato il suo ultimo film Chacun sa vie, annuncia un nuovo progetto intitolato Oui et non

Coline Serreau: "Lo scandalo Weinstein porterà a una rivoluzione"

L'estrosa e poliedrica maestra del cinema francese ha ricevuto il Premio Sigillo della Pace, in apertura del 39° Festival Internazionale di Cinema e Donne. In questa intervista a Cinecittà News parla del suo cinema e delle trasformazioni in atto a Hollywood: "Quelle attrici sono state obbligate a subire certi soprusi, nel mondo del cinema non fare ciò che gli uomini ti chiedono può risultare molto pericoloso"

Sergio Martino: "Io, un regista trash emerito"

Sergio Martino, regista a lungo inviso alla critica e ora rivalutato da Quentin Tarantino, presenta la sua autobiografia fresca di stampa, Mille peccati… nessuna virtù? al Science + Fiction Festival di Trieste, dove ha ricevuto il Premio Urania d’argento alla carriera

Lynch, la meditazione e gli scandali

Laconico e tagliente, David Lynch, Premio alla carriera alla Festa di Roma, non si è tirato indietro di fronte a nessuna domanda. Neanche quella un po' impertinente su un suo possibile futuro coinvolgimento negli scandali a sfondo sessuale che stanno travolgendo Hollywood. "Stay tuned" (restate all'ascolto) ha replicato con ironia. E rispondendo alle tante curiosità della platea ha parlato spesso della meditazione trascendentale, che pratica da 32 anni.

Mastrovito: "Nosferatu a NY, un immigrato nella città vampiro"

L’artista visivo Andrea Mastrovito reinventa col suo NYsferatu – Symphony of a Century, evento speciale alla Festa di Roma, il capolavoro di Murnau del 1922, riambientandolo tra l'odierna Siria e l’America di oggi. Una metafora dei nostri tempi, in cui la vera figura del vampiro, che attrae ma succhia l’anima, è New York, mentre il conte Orlok, che si aggira  sperduto per la città desolata con la sua bara in mano, diventa metafora dell’immigrazione e della speranza di una vita migliore

Giuliano Montaldo: "Nicola & Bart, contro l'orrore della pena di morte"

La pena di morte, l'eliminazione fisica dello "straniero" e una canzone che ancora risuona come un inno contro l'ingiustizia, 'Here's To You' cantata da Joan Baez. Sacco e Vanzetti, restaurato in 4K, viene presentato alla Festa di Roma, dalla Unidis Jolly Film, in collaborazione con Cineteca di Bologna, Istituto Luce-Cinecittà e Rai Cinema

Jean-Stéphane Sauvaire: "Nelle viscere della violenza"

Tratto dal romanzo autobiografico di Billy Moore, "A Prayer Before Dawn: A Nightmare in Thailand", il film, che sarà distribuito in Italia da Lucky Red, si discosta dai classici del genere carcerario, primo fra tutti Fuga di mezzanotte, per il taglio quasi documentaristico

Ad