/ INTERVISTE

Franca Sozzani: così ho infranto le regole della moda

“Franca è il più grande editor del mondo” afferma lo stilista Valentino nel documentario Franca Chaos and Creation sul leggendario direttore di Vogue Italia. Lo firma il figlio Francesco Carrozzini, quasi una lettera d’amore alla madre che vedremo a marzo. Una donna che ha rivoluzionato con le copertine di Vogue Italia la comunicazione della rivista di moda: dalla famosa "Black Issue", dedicato alle modelle di colore, alla " Plastic Surgery Issue", dedicato alla chirurgia estetica

Irene Dionisio: il debito come relazione morale

Tra le opere prime in competizione alla Settimana della Critica l’esordio al lungometraggio di Irene Dionisio, Le ultime cose, una coproduzione Italia/Svizzera/Francia che arriva nelle sale con Istituto Luce Cinecittà dal 29 settembre e che racconta tre storie che si intrecciano al Banco dei pegni di Torino, sulla sottile linea del debito morale. “L’aspetto che ho voluto affrontare nel film è quello delle dinamiche economiche viste come qualcosa che noi stessi creiamo ma che poi ci travolge. Sentirsi in debito è diventata un’espressione morale, non più soltanto materiale, quasi una colpa"

Gabriele Muccino: il mio esame di maturità

Il regista lascia Los Angeles “dove l’industria dell’entertainment è cinica e volatile dai tempi di Buster Keaton” e torna al Lido di Venezia dove la sua carriera ha mosso i primi passi nella Mostra del 1999 con Come te nessuno mai. E alle atmosfere, alla storia di formazione di quel film, che parlava di giovani liceali, torna con L’estate addosso, produzione low budget, in sala con 01 dal 15 settembre, ispirata all’estate della sua maturità, segnata da un viaggio negli Stati Uniti

Antoine Fuqua: "Cowboy di tutte le razze, la nuova frontiera"

Cosa dobbiamo aspettarci da I magnifici 7, rifacimento di due capolavori che hanno segnato la storia del cinema internazionale? Lo abbiamo chiesto, durante un junket internazionale a Barcellona, ad Antoine Fuqua, il regista del film che chiuderà la Mostra di Venezia. "Il West dei tempi d'oro non è solo quello raccontato da Hollywood. C’erano persone di tutte le razze e di tutte le etnie confluite in una nazione che poteva dar loro l’opportunità di realizzare i propri sogni"

Giorgio Pasotti: “Il mio nuovo film su multinazionali, top manager e potere”

Ultimamente lo abbiamo visto molto impegnato su diversi fronti teatrali, ma nel frattempo l’attore sta lavorando al suo nuovo progetto da regista. Lo svela a Mare Festival 2016: "A settembre mi vedrete in una nuova fiction tv, di cui posso solo anticipare che avrò accanto un cantante famoso, saremo una bella coppia inedita. Inoltre mi sono già stati proposti un paio di film per il cinema e la prossima estate debutterò con un nuovo spettacolo, un grande classico, a Verona”

Roberto Andò: “Il mio cinema tra Fellini e Rosi, e la mia prima serie tv”

E’ stato assistente alla regia di Fellini, Rosi, ma anche di Michael Cimino. Oggi è un regista di film impegnati e complessi, da Viva la libertà a Le confessioni, e sta per debuttare nell’universo molteplice delle serie tv con un nuovo progetto, incentrato sulla politica italiana. Ospite di Mare Festival, Roberto Andò si prepara a partire per la Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, dove presiederà la giuria degli studenti di cinema chiamati a premiare il Miglior classico: “Mi ha fatto piacere che Barbera abbia pensato a me”.

Ivan Cotroneo: "Le mie Sirene, commedia fantasy sulla diversità"

"Io, anche se in chiave di commedia, ho sempre cercato di affrontare temi che mi toccano molto, in particolare quello della diversità. Penso che molte delle tragedie di questi giorni abbiano a che fare con questo". Lo dice il regista di Un bacio, tra i protagonisti del Festival di Tavolara, dove ha anticipato a CinecittàNews qualcosa dei suoi prossimi progetti: "A fine agosto cominciano a girare Sirene, una serie per Rai Uno per la regia di Davide Marengo. Stiamo componendo il cast, ma non posso rivelarlo. È una commedia sentimentale con una parte fantastica che ha per protagoniste quattro sirene che vivono nel golfo di Napoli e cercano un tritone che si è perso"

Suranga Deshapriya Katugampala: "I pugni in tasca e il cinema post-esotico"

Ha ottenuto una menzione speciale dalla giuria degli studenti di Pesaro 52, guidata da Roberto Andò, Per un figlio, l'opera prima di Suranga Deshapriya Katugampala in uscita il 30 marzo. Film italiano a tutti gli effetti, coprodotto da Gianluca Arcopinto, diretto da un giovane autore 28enne nato in Sri Lanka, emigrato in Italia con la madre a 8 anni. "Racconto il conflitto generazionale - dice l'autore - in cui due mondi completamente diversi cozzano l'uno contro l'altro. Mentre la generazione dei genitori ha il cuore altrove, il figlio si sente italiano e cerca quasi di stare dall'altra parte"

Carlo Verdone e i due cognati

Intervista all'attore e regista, che ha appena ricevuto il Premio Manfredi e sta scrivendo, con Pasquale Plastino e Paola Mammini, una nuova commedia corale con molto spazio ai giovani e alle donne. E in futuro potrebbe esserci un film in coppia con Christian De Sica. "Per ora non è previsto, ma mi piacerebbe. E ho persino il titolo..."

Ad