/ INTERVISTE

Gabriele Muccino: "A casa tutti bene? Un film universale"

Gabriele Muccino, alla 15esima edizione del Monte-Carlo Film Festival de La Comedie, commenta il successo del suo ultimo film, la commedia corale A casa tutti bene. E parla anche della pluri-candidatura agli Oscar di Chiamami con il tuo nome di Luca Guadagnino: "Avrei dovuto dirigerlo, ma non mi sentivo adatto"

Carolina Iacucci: "La critica è uno specchio della società"

La giovane critica e giornalista era tra i Berlinale Talents, che hanno partecipato al meeting annuale dei giovani talenti del cinema che si è svolto durante il Festival di Berlino. "Per me la critica - dice - non si deve limitare a dare un voto secondo regole estetiche. Si tratta di capire come e in che misura un film contribuisce al discorso culturale, allarga ed approfondisce la nostra conoscenza della società, ci offre delle coordinate per capire noi stessi e quello che ci succede intorno"

Bella Thorne: l’amore di notte

Insieme a Patrick Schwarzenegger, figlio del noto action man e governatore della California, la spumeggiante attrice e cantante è protagonista de Il sole a mezzanotte, classico film d'amore e malattia, genere recentemente salito alla ribalta dopo il successo di Colpa delle stelle, Io prima di te e Noi siamo tutto. In uscita il 22 marzo con Eagle Pictures in oltre 350 copie

Richard Loncraine: "La mia brit comedy fa bene al cuore"

Il regista inglese ci parla di Ricomincio da noi, in uscita l'8 marzo con Cinema di Valerio De Paolis: "Il tema del mio film è come impiegare il tempo che rimane della nostra vita, quando sai che non sarà lungo. Il racconto della vecchiaia non è detto che sia deprimente, può anche diffondere ottimismo"

Gregorio Franchetti: "L'emozione di essere alla Berlinale"

Anteprima internazionale a Generation Kplus, per il corto d’esordio Cena d’aragoste (Lobster Dinner), coproduzione tra USA e Italia, ambientata a Roma, che racconta dei piccoli malintesi e dei tradimenti di due amici dodicenni, provenienti da classi sociali differenti 

Laura Bispuri: "Divisa tra due madri, alla ricerca di un'identità"

Dopo Vergine giurata, la regista torna in concorso a Berlino con Figlia mia, che conferma la forza del suo sguardo e l'attenzione alla complessità dell'universo femminile. Con Valeria Golino, Alba Rohrwacher e la rivelazione Sara Casu. In sala dal 22 febbraio con 01 

Helen Mirren: "Non credo nei fantasmi ma nella forza delle donne"

Non è un horror ma una ghost story, una storia che affonda le radici in un modello classico. Così Dame Helen Mirren vede La vedova Winchester, il film dei fratelli Michael e Peter Spierig in sala dal 22 febbraio con Eagle Pictures. E sul movimento #MeToo: "E' come l'eruzione di un vulcano, ora la lava è irrefrenabile"

Matilda De Angelis: ora vorrei lavorare con Cupellini e Virzì

È la giovane protagonista di Veloce come il vento la Shooting Star chiamata quest’anno a rappresentare l’Italia al Festival di Berlino. La vedremo presto nell’esordio al lungometraggio di finzione di Bernardo Carboni, Youtopia, e nel nuovo film di Marco Ponti Una vita spericolata. Ma tra i sogni ancora nel cassetto c'è quello di lavorare con Claudio Cupellini e Paolo Virzì

Stanley Tucci: Giacometti artista senza tempo

Esce in sala l’8 febbraio con BIM, dopo il passaggio alla Berlinale, The Final Portrait – L’arte di essere amici, film indipendente di Stanley Tucci sul pittore e scultore italo-svizzero Alberto Giacometti, interpretato da Geoffrey Rush. “Le opere di Giacometti sono senza tempo – dice il regista – possono essere state realizzate oggi oppure in epoca preistorica”

Ad