/ INTERVISTE

Gabriele Salvatores: "Internet, la più grande delusione"

"Ai tempi di Nirvana credevo che fosse un territorio libero di frontiera invece è diventato un supermercato o uno stadio dove sfogare rancori, frustrazioni e invidie e un trucco per farti sentire per finta connesso con qualcosa". Così Gabriele Salvatores, guest director del TFF, dove viene proiettato il suo film di fantascienza di fine anni '90. E sul nuovo capitolo de Il ragazzo invisibile che ha finito di girare e che vedremo il prossimo anno: "Parla di come i figli che vogliono usare il potere ereditato dai genitori devono riconquistarlo da capo, è un concetto freudiano"

Chiara Caselli: “Folgorata da Molly Bloom"

L’attrice e fotografa torna a dirigere con il corto Molly Bloom, basato sul personaggio creato da James Joyce. Dopo una lettura scenica e uno spettacolo teatrale, Chiara Caselli dirige e interpreta la versione per il cinema, presente nella selezione Orizzonti all’ultima Mostra di Venezia, riproposta a Roma, alla Casa del Cinema, in una serata a lei dedicata

Ivan Silvestrini e Roberto Recchioni: "Monolith, prigionieri della tecnologia"

Monolith è il primo film a portare il marchio Bonelli, l’unico italiano in concorso al Science + Fiction Festival di Trieste. Nel capoluogo giuliano abbiamo incontrato il regista Ivan Silvestrini, al suo terzo film. Assieme a lui sono intervenuti l’autore del soggetto, Roberto Recchioni, uno tra i più noti sceneggiatori di fumetti italiani attualmente curatore di “Dylan Dog”, e il disegnatore Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ. "Meno responsabilità ci assumiamo, più deleghiamo alle macchine, e più saremo schiavi di chi le costruisce e le controlla", riflette il regista 

Rutger Hauer: "Blade Runner 2? Non ha molto senso"

Il poliedrico attore olandese, interprete in più di ottanta film tra cui Ladyhawke di Richard Donner, The Hitcher – La lunga strada della paura di Robert Harmon, La leggenda del santo bevitore di Ermanno Olmi, è a Trieste, ospite del Science + Fiction Festival che gli ha assegnato il Premio Urania d'Argento 2016 alla carriera. Per l'occasione ha ripercorso alcuni momenti cruciali del suo percorso cominciato negli anni '70 in Olanda assieme al regista Paul Verhoeven, prima di approdare a Hollywood e al mitico Blade Runner 

Mauro Uzzeo: sceneggiare il primo film Bonelli

Tra le novità più rilevanti di questa edizione di Lucca Comics & Games c’è sicuramente la presentazione del primo volume di Monolith, il fumetto edito da Sergio Bonelli Editore, che prelude a un film in arrivo, ideato a partire da un soggetto Roberto Recchioni – tra i più celebri sceneggiatori di fumetti italiani e attualmente alla guida dell’amatissima testata ‘Dylan Dog’- e realizzato insieme a Mauro Uzzeo (sceneggiatura), con cui abbiamo scambiato qualche parola in esclusiva, e Lorenzo ‘LRNZ’ Ceccotti (disegni)  

Meryl Streep: "Sarò stonata, ma ho cantato"

Meryl Streep racconta Florence Foster Jenkins, il film di Stephen Frears in sala con Lucky Red ispirato alla storia vera della miliardaria melomane newyorchese diventata famosa perché, pur essendo stonata come una campana, amava esibirsi in pubblico. "Non avevo mai interpretato un ruolo come questo - ha raccontato la diva americana alla Festa di Roma - e mi sono preparata con un insegnante di canto del Metropolitan per poter cantare nel modo migliore possibile e poi imparare anche a stonare. Quando l'ho fatto l'ho visto boccheggiare ma era non un malore, stava morendo dal ridere, allora ho capito di fare bene"

Karen Di Porto: "Autobiografia in giro per Roma"

In uscita l'8 giugno con Bella Film l'opera prima Maria per Roma, diretta e interpretata da una 39enne romana, che racconta la giornata confusa di un'aspirante attrice. "Ho mostrato una Roma che ha questa combinazione di freddezza e di calore, con tutte le difficoltà che conosciamo, ma dotata di una bellezza che è quasi un ristoro in momenti di difficoltà. Una città che vive sul turismo e molti si arrabattano attorno a questo"

Daniele Vicari: "Supereroi quotidiani"

Supereroi quotidiani, che tutti i giorni affrontano ore di viaggio su pullman sempre in ritardo e metropolitane affollate per arrivare a un lavoro sottopagato e senza diritti, con pochi permessi, niente riposi, niente ferie. Così è la vita di Eli (Isabella Ragonese), la protagonista del nuovo film di Daniele Vicari, Sole cuore amore, in uscita il 4 maggio con Koch Media. "Oggi più che mai si muore di fatica cadendo dalle impalcature, facendosi male con una motosega", dice il regista

Vanni Gandolfo: “Luigi Freddi, un fascista hollywoodiano”

Cinecittà è famosa in tutto il mondo, ma nessuno ricorda più il nome di chi l’ha inventata. Alla Festa di Roma passa un documentario di Vanni Gandolfo, L’arma più forte - L’uomo che inventò Cinecittà, che rievoca la vita di Luigi Freddi e il suo ambizioso progetto di far nascere una città del cinema. Con la voce di Diego Abatantuono, Freddi ci racconta la storia della propria vita, i rapporti col duce, la volontà di fare piazza pulita del vecchio cinema e  di organizzare una vera e propria politica cinematografica di stato. 

Ad