home  /  articoli
ARTICOLI
Ordinamento:
Data
Titolo
2017

20

febbraio

Vita reale o social network? Beata ignoranza

Sono due ex amici, interpretati dalla coppia Marco Giallini - Alessandro Gassmann, i protagonisti dell’ultimo film di Massimiliano Bruno, Beata ignoranza, nei cinema in oltre 300 copie. Due professori di liceo agli antipodi, uno allegro progressista perennemente sui social network, l'altro austero conservatore che resiste con orgoglio all'epoca digitale, che si azzuffano per cercare di affermare il proprio pensiero
2017

20

febbraio

Il sogno no profit di un paese toscano

Il seme ed il mare di Riccardo Casamonti narra la storia di Pietro Mariani, un anziano professore di Casole d'Elsa che decide di andare in Marocco a cercare il suo primo perduto amore. Il lungometraggio realizzato dalla comunità di Casole d'Elsa, un piccolo borgo medievale in provincia di Siena, nasce, spiega il regista, dal "sogno di far rivivere lo spirito del racconto di veglia, quel patrimonio della civiltà contadina che portava i nostri nonni a ritrovarsi intorno al fuoco per condividere la magia di una storia"
2017

18

febbraio

E Aki disertò la conferenza stampa

Niente conferenza stampa per Aki Kaurismaki. Il regista finlandese, fino all'ultimo dato come gran favorito di questa 67ma edizione, non si è accontentato del quarto premio, l'Orso d'argento per la regia andato a The Other Side of Hope. E così ha rotto il cerimoniale, non presentandosi al tradizionale incontro con i giornalisti, unico assente tra i premiati. E Ildiko Enyedi, che in Italia sarà distribuita da Movies Inspired: "Sono fiera di far parte del club dei talenti" 
2017

18

febbraio

L’Orso è donna. Delusione per Kaurismaki

E’ andato a On Body and Soul di Ildiko Enyedi il premio più importante di questa 67ma Berlinale. La regista ungherese ha ringraziato elegantemente dicendo “volevamo fare un film semplice. Ci vuole uno spirito di larghe vedute per apprezzarlo”. Ma quello che resterà nella memoria di questa premiazione è la delusione cocente negli occhi dell’altro pretendente, Aki Kaurismaki, tra i favoritissimi, a cui va invece “soltanto” il premio per la miglior regia. Kaurismaki reagisce facendo il buffone e rifiutandosi di salire sul palco. La prossima edizione dal 15 al 25 febbraio 2018
2017

18

febbraio

Miracolo a Milano. Con lo chef Bottura

Testa canadese, cuore italiano: girato da Peter Svatek e presentato alla Berlinale nella sezione Culinary Cinema, il documentario Theater of Life è il racconto, accurato e cronologico, del dietro le quinte della mensa sociale aperta a Milano, durante l'Expo 2015, dal cuoco Massimo Bottura in collaborazione con la Caritas. Forse lo vedremo grazie a Netflix
2017

17

febbraio

Logan: la parabola dell’eroe chiude con un road-movie

Ha suscitato curiosità la presenza (Fuori Concorso) di Logan di James Mangold, film che chiude idealmente la parabola super-eroistica nei panni del mutante con gli artigli Wolverine, alla Berlinale, che solitamente orienta la selezione verso pellicole impegnate e incentrate su tematiche di tipo sociale o politico. Ma il film, violento e introspettivo, ricorda più Paris,Texas che i film degli X-Men. “Volevo fosse il film definitivo su Wolverine – ha detto Jackman – quello che potrò consigliare ai miei nipoti. Ho interpretato il personaggio per diciassette anni e resterà sempre con me”

2017

16

febbraio

Milena Canonero: "Questo Orso è per Piero Tosi"

La costumista da Oscar alla 67ma Berlinale riceve l'Orso alla carriera, un riconoscimento di solito riservato a registi e attori, più raramente agli artisti che costruiscono il look del film, e dedica il premio a tutti i colleghi e specialmente a Piero Tosi, il suo maestro, il decano dei costume designer, classe 1927, collaboratore di Luchino Visconti e Vittorio De Sica. E rivela: "Avrebbe dovuto andare lui a Londra, a lavorare con Stanley Kubrick per Barry Lyndon, ma non parlava l'inglese e non amava volare. Penso che avrebbe dovuto essere lui qui stasera"
2017

16

febbraio

Festival del videogioco a Roma, 15-19 marzo

L'evento Let’s Play al Guido Reni District, presso l'ex caserma, è organizzato in collaborazione con l'Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani e si propone come festival culturale e ludico dove istituzioni, operatori del settore e consumatori parleranno del futuro del videogioco in Italia. In programma anteprime, blockbuster games, console, tornei, panel, focus, workshop, laboratori. Luce Cinecittà è presente con uno stand che conterrà un’installazione interattiva realizzata dal regista Giancarlo Soldi, un prototipo per il futuro Museo italiano dell’audiovisivo e del cinema
2017

16

febbraio

Crazy for Football, diamo un calcio al disagio mentale

Arriva nei cinema con Luce Cinecittà il 20 febbraio, con un'uscita evento in 45 sale, il documentario sulla terapia col pallone, Crazy for Football di Volfango De Biasi, presentato alla scorsa Festa di Roma. Un film dal tono leggero con protagonisti dodici pazienti psichiatrici che giocano a calcio, uno psichiatra come direttore sportivo, un pugile ex campione del mondo come preparatore atletico. Per scoprire che lo sport può essere terapeutico, a volte anche più di un farmaco
2017

16

febbraio

Berlinale, i numeri e il mercato

Un bilancio parziale di questa edizione in termini di numeri (al termine del primo fine settimana un comunicato annunciava oltre 250mila biglietti venduti). In particolare risultano rilevanti le cifre di affluenza registrate dall’EFM, che ha attirato un numero di partecipanti maggiore rispetto allo scorso anno (9.640). Riflettori puntati sul Berlinale Co-Production Market, con l'assegnazione di ben tre premi in denaro ad alcune produzioni
Pagina 2 di 825
 
 
CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca