home  /  articoli
ARTICOLI
Ordinamento:
Data
Titolo
2017

11

febbraio

Karl Marx in chiave pop

Il regista haitiano Raoul Peck, conosciuto a livello internazionale per Lumumba, presentato alla Quinzaine di Cannes, e poi per I Am Not Your Negro, in corsa per l’Oscar come Miglior Documentario, porta nella sezione Berlinale Special The Young Karl Marx, co-produzione Francia – Germania – Belgio basata, come il titolo lascia presagire, sugli anni giovanili del filosofo ed economista tedesco padre del concetto moderno di comunismo assieme a Friedrich Engels. Peck ha dichiarato in un’intervista di “voler evitare la caricatura del vecchio rivoluzionario che tutti conosciamo”, ma il film, a suo modo divertente, risulta piuttosto enfatico. I due personaggi (Marx e Engels) sono sviluppati come delle icone pop e la chiusura è rock n’ roll con l’attacco di Like a Rolling Stone di Bob Dylan sui titoli di coda
2017

11

febbraio

Félicité: i Dardenne fanno scuola anche in Africa

C'è anche un po' di Italia in Félicité, il film del franco senegalese Alain Gomis, realizzato con un contributo del laboratorio Final Cut in Venice. Ritratto al femminile racconta la storia di una cantante di Kinshasa alla ricerca dei soldi necessari a operare il figlio adolescente. In concorso alla Berlinale anche la tragicommedia Wild Mouse, prima regia dell'attore austriaco Josef Hader
2017

11

febbraio

Stanley Tucci: il mio Giacometti 'new wave'

Arriva alla 67ma Berlinale Final Portrait di Stanley Tucci, basato sugli ultimi anni di vita dello scultore e pittore Alberto Giacometti, magistralmente interpretato da Geoffrey Rush. Nel film c’è anche un convincente Armie Hammerm nel ruolo dello scrittore e modello James Lord. “Non volevo interpretarlo io stesso – spiega Tucci, attore di grande esperienza – mi avrebbe deconcentrato e inoltre sarebbe stato poco equilibrato, sarebbe sembrato un progetto di vanità personale. Volevo farlo in bianco e nero ma poi ho optato per un'estetica in stile new wave"
2017

10

febbraio

Nuovi orizzonti all'EFM

Cresce la domanda per partecipare all’European Film Market della Berlinale. Quest’anno si contano oltre 9.000 partecipanti provenienti da 66 Paesi, non solo per l’acquisto e la vendita, che restano l’area di business principale, ma anche per la nuova piattaforma di innovazione EFM Horizon, che presenta lo sviluppo delle nuove tecnologie significative per il cinema. Il direttore Matthijs Wouter Knol ha dichiarato in un’intervista a ‘Cineuropa’ che intende rendere più facile ai visitatori orientarsi e adattare l'EFM ad un evento di settore che sta contribuendo a plasmare il futuro
2017

10

febbraio

Richard Gere e il più grande crimine di Trump

L’attore, protagonista del film The Dinner di Oren Moverman, presentato in concorso a Berlino, tratto dal romanzo omonimo di Herman Koch, che porta avanti anche tematiche di tipo politico, non si risparmia in conferenza sulla politica di Trump: “Ha commesso un grande crimine – dice – ovvero unificare il concetto di ‘rifugiato’ con quello di ‘terrorista’. Così ora i rifugiati non sono più gente da aiutare, ora ne siamo spaventati, e l’odio porta a fare cose orribili”
2017

10

febbraio

Il ritorno di Ildikò Enyedi: amore nel mattatoio

La 61enne regista ungherese porta in concorso On Body and Soul, bizzarra storia d'amore tra un uomo e una donna che lavorano in un macello
2017

9

febbraio

Django Reinhardt, il riscatto della musica perseguitata

L'olocausto sinti, uno sterminio dimenticato, è evocato dal film d'apertura (in concorso) della 67ma Berlinale, Django, che racconta due anni cruciali nella vita del musicista manouche Jean Reinhardt. Prima regia del produttore francese Étienne Comar, è interpretato da Reda Kateb e Cécile de France. "E' una storia purtroppo attuale - dice il regista - le storie dei rifugiati e le persecuzioni legate alla razza o all'etnia sono ancora presenti, oggi più che mai. Gli zingari hanno vissuto tragedie terribili in Europa, sempre obbligati a cambiare paese, senza trovare un luogo dove vivere, per loro la musica ha rappresentato il senso stesso dell'esistenza"
2017

9

febbraio

Berlinale sotto l'effetto Trump

Si preannuncia come particolarmente politicizzata la 67ma edizione della Berlinale, con il direttore Dieter Kosslick che prende apertamente posizione contro Trump e gli addetti ai lavori che lamentano difficoltà burocratiche dovute alla rigidità sui visti per viaggiare. La giuria, però, in fase di apertura, non ha voluto enfatizzare:  “Non pensiamo a un messaggio da trasmettere, ma soltanto alla qualità dei film, anche se siamo ben coscienti di quante tragedie avvengono nel mondo di oggi”. Così ha detto il presidente Paul Verhoeven, mentre l'attore Diego Luna: “Non siamo qui per mandare messaggi, è una chance per ascoltare voci diverse ed esserne. Io per il mio lavoro attraverso la frontiera tre volte al mese, in ogni luogo in cui vado ho degli affetti. E d’altro canto solo con l’amore si può combattere l’odio. Se c’è un messaggio da mandare, magari è questo”
2017

8

febbraio

Ballerina, favola di una Pippi Calzelunghe

Ballerina, animazione dello studio Gaumont, diretta da Éric Warin e Éric Summer esce con Videa dal 23 febbraio. Protagonista è l'orfanella Félicie, una Pippi Calzelunghe nell’aspetto, “carotina” di capelli e snodata nelle lunghe gambette, con la passione per la danza e il sogno di diventare un'étoile dell'Opéra, nella Parigi di fine Ottocento. Le voci italiane dei personaggi sono di Emanuela Ionica, Sabrina Ferilli, Federico Russo e dell’étoile Eleonora Abbagnato. Il brano ufficiale del film è interpretato dalla cantautrice Francesca Michielin
2017

6

febbraio

Metti, una sera a cena con Peppino

Così s'intitola il documentario dedicato allo scrittore, drammaturgo e regista napoletano Giuseppe Patroni Griffi, scomparso nel 2005. Il film diretto da Antonio Castaldo, coprodotto, insieme a 8 Production, e distribuito da Istituto Luce Cinecittà, viene presentato il 6 febbraio a Roma, presso il Piccolo Eliseo con l’introduzione del direttore del Teatro Eliseo Luca Barbareschi e l’intervento del ministro Dario Franceschini. A raccontare l'artista sono le interviste di amici, le testimonianze di collaboratori e i contributi di studiosi e critici
Pagina 4 di 825
 
 
CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca