home  /  articoli
ARTICOLI
Ordinamento:
Data
Titolo
2016

26

novembre

A lezione da Avati: “Attori non si diventa”

Ha appena finito di girare un film per la televisione di cui è molto soddisfatto, Il fulgore di Doni, Pupi Avati a Torino per una masterclass di due giorni sulle tecniche di recitazione, organizzata da CS Cinema presso la sede della Film Commission Torino Piemonte. Incontrerà un gruppo di giovani aspiranti attori ed ha intenzione di trasmetter loro la lezione cui è sempre più convinto: "Non è una questione di studio, di volontà o di passione. Il talento c’è o non c'è”  
2016

25

novembre

Bigoni e il mistero svelato di Rimbaud

"La vita è una farsa che tutti devono portare avanti", con questa frase di Arthur Rimbaud si apre il mockumentary di Bruno Bigoni, Chi mi ha incontrato, non mi ha visto. Un lavoro nato da un'autentica passione del regista per quel poeta singolare che smise di scrivere a soli venti anni. Un film che si interroga sulla capacità di guardare oltre e sulla questione dell'autenticità nell'era della riproducibilità. Perché, come dice nel film la pronipote ancora vivente di Rimbaud: "La cosa importante è se lei ci vuole credere o no. Se lei ci crede allora vuol dire che è autentico"
2016

24

novembre

Zaccaro: “Felicità è liberarsi dalla schiavitù del consumo”

"La felicità è un termine economico, è qualcosa che ci viene imposto dai media. Dovremmo uscire da questa logica e cercare di liberarci dall’accumulo. Saperci accontentare e così rivoluzionare il concetto stesso di economia", sottolinea Maurizio Zaccaro che porta al TFF il doc La felicità umana, frutto di oltre tre anni di incontri e riflessioni con intellettuali e artisti, tra cui Serge Latouche a André Comte-Sponville, Carsten Seyer-Hansen, Markus Imhoof e José Pepe Mujica
2016

24

novembre

Nichetti e Ferrario: ecco i film che ci hanno cambiato la vita

Si ispira all’ultimo numero della rivista 8½, il tema dell’incontro "Cinema italiano. Ci ha cambiato la vita?" organizzato dal magazine al Torino Film Festival per discutere, insieme ai registi Davide Ferrario e Maurizio Nichetti, di come il cinema possa non solo affascinare, formare e influenzare il pubblico, ma addirittura cambiarlo, incidendo sui destini e sulle scelte. Partendo da quei film, che proprio a loro, hanno cambiato il futuro
2016

24

novembre

Dacia Maraini: "Non è una guerra tra generi"

E’ ispirato all’omonimo romanzo di Dacia Maraini il film L’amore rubato di Irish Braschi, prodotto da Anthos e Rai Cinema e distribuito come evento speciale da Microcinema, BCC Credito Operativo e Gecom il 29 e 30 novembre in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. "Sono certa – dice la scrittrice – che non si tratti di una violenza di genere. Non penso assolutamente che gli uomini vadano tutti considerati carnefici e le donne tutte vittime. Anzi, gli uomini dovrebbero partecipare, tutti insieme dobbiamo capire come nasce la violenza, che è un fatto culturale"
2016

24

novembre

Festival de Popoli apre con doc contro la violenza sulle donne

Il documentario Un altro me di Claudio Casazza ha seguito per un intero anno l’equipe, composta da criminologi e psicologi, dell’Unità di Trattamento Intensificato per autori di reati sessuali all’interno del carcere di Bollate (Milano). Per la prima volta lo sguardo si sposta su chi sono queste persone, che cosa pensano, inoltrandosi negli alibi culturali, nei tentativi di deresponsabilizzazione, nelle dinamiche profonde che li hanno portati a commettere violenza sulle donne
2016

23

novembre

Nanni Moretti: "Il mio set più faticoso, tra urla e pallanuoto"

Tutti in fila sotto la pioggia davanti al cinema Massimo per il ritorno di Palombella rossa restaurato dalla Cineteca Nazionale e presentato al TFF. E Nanni Moretti ricorda cosa lo spinse a raccontare la storia di un funzionario del Pci che aveva perso la memoria: "Ho cercato di raccontare la crisi politica in modo molto libero, perché alla fine degli anni '80 c'era troppo accademismo nel cinema italiano"
2016

23

novembre

Il cinema italiano per la parità di genere

Il tema delle diseguaglianze di genere nel settore audiovisivo è  il focus del progetto Dea - donne e audiovisivo presentato al Torino Film Festival, con  l'obiettivo di lavorare per raggiungere una reale parità in un’industria che ha importanza strategica nella costruzione dell’immaginario comune. Anche perché la sotto-rappresentazione delle donne nel cinema, che emerge dai dati presentati,  appartiene a un più ampio tema che coinvolge la società in generale
2016

23

novembre

Christine, il suicidio è in diretta TV

Racconta la vera storia di Christine Chubbuck il film di Antonio Campos in concorso al TFF, che parla della conduttrice televisiva di un'emittente di provincia americana che, dopo una lotta con la depressione, si suicidò sparandosi mentre era in onda. Ad interpretarla una credibilissima Rebecca Hall
2016

22

novembre

Alba Rohrwacher e lo "scriba"

Alba Rohrwacher, che qui a Torino ha ricevuto il Premio Cabiria dal Museo Nazionale del Cinema durante una cena di gala, è l’unico personaggio femminile del thriller spionistico franco-belga La Mécanique de l’ombre, opera prima di Thomas Kruithof in concorso al TFF
Pagina 6 di 819
 
 
CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca