/ ARTICOLI

Gary Oldman e "La bellezza di essere vulnerabile e minaccioso insieme"

Fresco sessantenne, e in carriera da 40 anni, l'attore inglese di L'ora più buia è stato accolto con un tifo da stadio e una standing ovation. Interprete di quasi 100 film, tra cui saghe di culto come Harry Potter (in cui ha il ruolo di Sirius Black) e i Batman firmati da Christopher Nolan (dove è il commissario Gordon), ha raccontato: "Ero giovane e naïf, ho detto no tantissime volte. Anzi, la mia prima risposta era sempre no, ma più dicevo no al cinema, più mi chiamavano"

Vanessa Paradis in un thriller porno gay infarcito di citazioni

È un aperto omaggio al genere, da Brian De Palma a Dario Argento, il film in concorso Un Couteau Dans Le Coeur di Yann Gonzalez, con Vanessa Paradis nei panni di una produttrice di porno a basso costo, appena lasciata dalla sua montatrice e amante, alle prese con un misterioso serial killer mascherato che sta uccidendo tutti i suoi attori 

Ayka, tra sangue e neve, la maternità come problema sociale

Il regista russo Sergey Dvortsevoy ha diretto Ayka, film in Concorso sulle condizioni di una madre ricattata dalla precarietà assoluta, che rischia di perdere il proprio neonato e la propria stessa vita nel nome della sovravvivenza: il ruolo principale dell’attrice Samal Yeslyamova 

Nadine Labaki, melodramma della povertà

Bambine vendute, bambini costretti a lavorare e neonati comprati per 500 dollari. E' un'infanzia deprivata quella al centro di Capharnaum, il film della libanese Nadine Labaki, in Italia targato Lucky Red. "Volevo parlare di tutte le emergenze del nostro tempo, dal razzismo ai diritti dell'infanzia", spiega la regista. Che potrebbe aspirare a un premio importante

Zanasi vince alla Quinzaine

Troppa grazia ha vinto il Label di Europa Cinémas, il premio degli esercenti europei che promuove l'uscita del film nei vari paesi grazie al circuito di Europa Cinémas. "Sono felice di aver portato un gruppo di attori straordinari - ha detto Zanasi - nella sezione di Cannes dove è cominciata la mia carriera e dove si vede il cinema di domani"

"Libre", la questione migratoria nello spazio di un giardino

Libre, documentario firmato da Michel Toesca e presentato fuori concorso a Cannes, lancia un atto di accusa contro le autorità francesi che sovrintendono all'immigrazione sul confine con l'Italia. L'eroe del film - che avrà la sua anteprima italiana al Biografilm Festival di Bologna e poi uscirà con I Wonder Pictures - è Cédric Herrou, agricoltore di la Roya, valle al sud della Francia, che ospita e sfama i migranti che incrociano il suo cammino

Alba Rohrwacher, corpo a corpo con la Madonna

Gianni Zanasi vince il Label Europa Cinémas della Quinzaine des Réalisateurs con il suo nuovo film Troppa grazia, opera dalla trama originale, in cui quotidianità, natura e spirito si fondono in un’atmosfera tanto terrena quanto surreale. Tra gli interpreti anche Elio Germano e Giuseppe Battiston. "Volevo che il magico fosse mescolato al reale", dice il regista

Libertà e vincoli nell’anno zero dell’essere umano

L’essere umano, libero da vincoli sociali, sarebbe in grado di ricominciare da capo? Su questo si interroga il film di Ulrich Köhler, In my Room (Un Certain Regard). Protagonista un novello Robinson Crusoe, quarantenne immaturo e insoddisfatto che si ritrova di colpo l’unico uomo rimasto sulla Terra. Nel cast Hans Löw ed Elena Radonicich

Burning: giovani senza futuro nella Corea di Lee Chang-dong

E' basato sul racconto breve "Barn Burning" di Haruki Murakami, che viene dilatato a due ore e mezza di durata, il film di Lee Chang-dong passato in concorso. Una pseudo storia d'amore e un giallo sul tema della sparizione, ma soprattutto uno spaccato del mondo giovanile coreano

Ad