/ ARTICOLI

Brawl in cell Block 99: violenza a Venezia

"Bisognerebbe trovarsi in alcune situazioni, è ovvio. Ma credo che, se devi salvare qualcuno che ami, sei disposto ad andare fino in fondo: se la vita di tuo figlio è in pericolo, faresti qualsiasi cosa per proteggerlo". Vince Vaughn commenta così Brawl in Cell Block 99,  film di cui è protagonista, opera seconda di S. Craig Zahler che, dopo lo zombie-western di culto BoneTomahawk, porta a Venezia 74 (Fuori Concorso) questo prison-movie ad alta tensione e violentissimo

La rivoluzione di don Milani

Presentato al Lido tra gli Eventi speciali Barbiana '65 di Alessandro D'Alessandro che ha recuperato le uniche immagini del priore e della sua scuola girate da suo padre Angelo. Un documento inedito e indispensabile per conoscere questa straordinaria esperienza di educazione alla coscienza 

Suburbicon: “Una nube nera incombe sull’America”

Con questa affermazione, che ricorda vagamente l’incipit del 'Manifesto del Partito Comunista' e il suo ‘Spettro che si aggira per l’Europa’, George Clooney accompagna alla 74ma Mostra del cinema il suo film Suburbicon, scritto dai Coen nel 1986 e ambientato alla fine dei cinquanta, ma attualissimo, con tanto di costruzione di muro per proteggersi dagli immigrati

Fonda e Redford: a piedi nudi nel Lido

"Volevo fare un altro film con Jane Fonda prima di morire", dice Robert Redford. La leggenda di Hollywood è accanto all'altra leggenda, a cinquant’anni da A piedi nudi nel parco, acclamati oggi alla Mostra del cinema di Venezia che stasera li premia con il Leone alla carriera e la proiezione del film che il vede protagonisti, Our souls at night. Tra i due, sia nel film che in conferenza, c’è talmente tanta intesa che sembra siano innamorati davvero

Cicutto: SIC@SIC un investimento per il futuro

"E' il secondo anno di un’iniziativa che abbiamo da subito appoggiato perché rispecchia un nostro obiettivo fondamentale: lavorare e investire nei talenti del futuro" ha sottolineato Roberto Cicutto all'apertura di SIC@SIC, la sezione della Settimana della Critica dedicata al cinema breve, che prevede la proiezione di un cortometraggio di un autore che non ha ancora esordito al lungo prima dei film presentati in concorso

Lean on Pete: Andrew Haigh e il 'non romanzo di formazione'

Storia dell’amicizia tra un ragazzo solo e un cavallo da corsa zoppo, il film del regista britannico presentato in concorso a Venezia 74 è anche, secondo le sue parole “il contrario del romanzo di formazione. Il protagonista parte non alla ricerca della libertà, ma di sicurezza e stabilità”

Italy for Movies, un sito per girare l'Italia

Inaugurato dal Ministro Dario Franceschini durante il Festival di Venezia, Italy for Movies, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione: "Sappiamo bene quanto un film che fa vedere le bellezze dell'Italia valga più di tanti spot a pagamento per la promozione dei nostri beni culturali. Questo sito racchiude in sé l'essenza del Ministero che ha riunito turismo e cultura, il segno di una stagione di maggiore attenzione delle istituzioni nei confronti di un settore cruciale dell'industria creativa nazionale"

William Friedkin: l’ironia di Padre Amorth

Divide la critica il documentario The Devil and Father Amorth di William Friedkin, che torna sul tema degli esorcismi a quarantacinque anni di distanza dal suo capolavoro. “Credevo che gli esorcismi non esistessero – ha detto il regista in conferenza – ma ora so che sono autentici. L’orrore oggi è rappresentato dal terrorismo islamico. Padre Amorth era in grado di combattere il male usando anche l’arma dell’ironia”

In guerra per un insulto

E' un apologo sui conflitti insanabili che insanguinano il Medio Oriente il film franco-libanese di Ziad Doueiri The Insult, in concorso a Venezia 74. "In Libano - spiega il regista - piccole cose si trasformano in fretta in cose importanti, perché quella del mio paese è una società esplosiva in senso positivo e negativo"

Ad