home  /  articoli
ARTICOLI
Ordinamento:
Data
Titolo
2016

19

novembre

Sadie, intrigo erotico sospeso tra incubo e realtà

Anteprima mondiale al TFF per Sadie di Craig Goodwill, thriller psicologico a sfondo erotico girato interamente a Torino e in Piemonte. Un film sospeso tra realtà, incubo e immaginazione, in cui la concezione di giusto e sbagliato è sostituita dal fascino per l’occulto e per il piacere. "Volevamo che lo spettatore non avesse mai la percezione certa della situazione e che fosse pervaso costantemente da un senso di incertezza nel non capire quale sia veramente la realtà” racconta il regista che ha trovato in Torino, città d’arte e di magia per eccellenza , lo scenario perfetto per la sua storia
2016

18

novembre

Between us, la crisi di coppia inaugura Torino

È un film tenero e tragico allo stesso tempo Between us di Rafael Palacio Illingworth, la pellicola che ha aperto ufficialmente la 34ma edizione del TFF e che racconta l’evolversi della relazione di una coppia di trentenni, apparentemente affiatata, che va in crisi proprio nel momento in cui la relazione sembrerebbe essere sul punto di passare a un livello più stabile. “Un film in certo senso autobiografico”, racconta il regista che ammette di aver rappresentato una parte di se stesso in ognuno  dei personaggi
2016

17

novembre

Quando papà fa cinema

Esce per Edizioni Sabinae 'Fratelli d’arte – Storia familiare del cinema italiano', di Silvia Toso ed Evelina Nazzari con prefazione di Goffredo Fofi. Il volume raccoglie le testimonianze toccanti e commoventi di tanti figli di attori e registi del nostro cinema le cui carriere si sono incrociate con quelle di Amedeo Nazzari e di Otello Toso
Il volume può essere ordinato inviando una mail con i dati personali a ordini@edizionisabinae 

Leggi anche Mara Blasetti, Silvia Toso, Evelina Nazzari: figlie d'arte a Bologna




2016

17

novembre

Il cinema italiano è a Hollywood con Rosi

Gianfranco Rosi è appena tornato da New York dove una proiezione speciale di Fuocoammare ha avuto ancora una volta, dopo Berlino, una ‘madrina’ eccezionale come Meryl Streep e qui a Hollywood si è presentato insieme ai colleghi arrivati dall’Italia per la 12/ma edizione di Cinema Italian Style. "Dopo le elezioni presidenziali - dice - si parla ormai di costruire muri invece di aiutare gli immigrati. Ecco perché spero proprio che, indipendentemente da come andrà con gli Oscar, il mio piccolo film aiuti a creare una consapevolezza diversa e apra un piccolo varco nell’indifferenza del mondo”
2016

16

novembre

A cena con Scamarcio e Chiatti la vigilia di Natale

In sala dal 29 novembre la commedia prenatalizia La cena di Natale di Marco Ponti, sequel di Io che amo solo te, e tratta dall'omonimo libro di Luca Bianchini. Tornano Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Michele Placido, Maria Pia Calzone e Antonella Attili. “Il seguito del precedente libro è nato spontaneamente, avevo portato in giro per tante librerie questi personaggii e Marco, il regista, mi ha detto perché non fai una cena di Natale con tutti i protagonisti di questa storia e vediamo che cosa succede?" racconta Bianchini
2016

15

novembre

Com'era cattiva Jane Austen da giovane

Un romanzo giovanile di Jane Austen, scritto quando non aveva neanche vent'anni, pubblicato dopo la sua morte nel 1871, e poco conosciuto, Lady Susan, ha dato ispirazione all'americano Whit Stillman per una versione originale e godibilissima: una commedia in costume ma dal sapore contemporaneo, con dialoghi spumeggianti e pieni di arguzia, personaggi femminili che prendono il sopravvento e l'inconfondibile graffio ironico di una delle scrittrici più ammirate di sempre. Amore e inganni, in sala dal 1° dicembre con Academy Two 
2016

15

novembre

Pitigliani Kolno’a Festival, ebraismo e Israele nel cinema

L'11ma edizione dal 19 al 24 novembre alla Casa del Cinema di Roma e al Centro Ebraico Italiano Il Pitigliani. Tra i titoli in programma: la commedia esistenziale Afterthought di Elad Keidan, vincitore del Gran Premio al Festival di Haifa; Tikkun di Avishai Sivan, vincitore del Primo Premio al Festival di Gerusalemme e del Premio Speciale della Giuria a Locarno; Il labirinto del silenzio di Giulio Ricciarelli, film scelto dalla Germania per concorrere all'Oscar come Miglior Film Straniero
2016

15

novembre

Moviemov porta a Manila la scorsa stagione di cinema italiano

Dieci film della stagione, un assaggio dell'annata di cinema italiano, in trasferta asiatica. Accade ormai dal 2010, con il Moviemov, festival itinerante di cinema italiano che in questi giorni è approdato a Manila. Organizzato dalla Playtown di Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, con il sostegno del Mibact e dell'Ambasciata italiana, ecco dunque per 4 giorni l'incontro ravvicinato con il Paese di Lav Diaz e Brillante Mendoza, ma anche con uno dei Paesi asiatici con più contraddizioni, a pochi mesi dall'elezione di Duterte, presidente giustiziere, dai metodi forti. Il Moviemov torna per la quarta volta nelle Filippine (insieme a Thailandia e Vietnam le tappe di questi anni) ma è la prima edizione che si è liberata delle multisala gigantesche dei mall, e viene ospitato nella neonata Cinemateca
2016

14

novembre

Herbert Ballerina: come 'Johnny Stecchino'

In sala in 300 copie con Medusa Quel bravo ragazzo, esordio solista al cinema di Herbert Ballerina, al secolo Luigi Luciano, di solito spalla di Maccio Capatonda, che appare nella pellicola in un cameo. La regia è affidata a Enrico Lando, su soggetto dell’esordiente Ciro Zecca (e sceneggiatura poi sviluppata da Gianluca Ansanelli e Andrea Agnello assieme al regista e allo stesso Ballerina). Divertente, ben scritto e con uno humour più convenzionale rispetto a quello surreale sfoggiato in compagnia del partner Maccio (si sorride tanto, si ride soprattutto in due-tre momenti clou, e alla fine ci si intenerisce pure) il film non punta a essere particolarmente originale, sfruttando il canovaccio del ‘candido’ inserito suo malgrado in una storia di mafia, come accadeva in Johnny Stecchino
2016

14

novembre

Il cinema italiano: ci ha cambiato la vita?

Su di novembre la capacità della settima arte di mettere in moto meccanismi evolutivi del costume, della società e della biografia personale. Con interventi, tra gli altri, di Liliana Cavani, Claudio Giovannesi, Giuseppe Piccioni e Francesco Munzi. Mentre Innovazioni si occupa della scuola italiana degli effetti digitali  
Pagina 8 di 819
 
 
CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca