home  /  articoli
ARTICOLI
Ordinamento:
Data
Titolo
2017

9

febbraio

Django Reinhardt, il riscatto della musica perseguitata

L'olocausto sinti, uno sterminio dimenticato, è evocato dal film d'apertura (in concorso) della 67ma Berlinale, Django, che racconta due anni cruciali nella vita del musicista manouche Jean Reinhardt. Prima regia del produttore francese Étienne Comar, è interpretato da Reda Kateb e Cécile de France. "E' una storia purtroppo attuale - dice il regista - le storie dei rifugiati e le persecuzioni legate alla razza o all'etnia sono ancora presenti, oggi più che mai. Gli zingari hanno vissuto tragedie terribili in Europa, sempre obbligati a cambiare paese, senza trovare un luogo dove vivere, per loro la musica ha rappresentato il senso stesso dell'esistenza"
2017

9

febbraio

Berlinale sotto l'effetto Trump

Si preannuncia come particolarmente politicizzata la 67ma edizione della Berlinale, con il direttore Dieter Kosslick che prende apertamente posizione contro Trump e gli addetti ai lavori che lamentano difficoltà burocratiche dovute alla rigidità sui visti per viaggiare. La giuria, però, in fase di apertura, non ha voluto enfatizzare:  “Non pensiamo a un messaggio da trasmettere, ma soltanto alla qualità dei film, anche se siamo ben coscienti di quante tragedie avvengono nel mondo di oggi”. Così ha detto il presidente Paul Verhoeven, mentre l'attore Diego Luna: “Non siamo qui per mandare messaggi, è una chance per ascoltare voci diverse ed esserne. Io per il mio lavoro attraverso la frontiera tre volte al mese, in ogni luogo in cui vado ho degli affetti. E d’altro canto solo con l’amore si può combattere l’odio. Se c’è un messaggio da mandare, magari è questo”
2017

8

febbraio

Ballerina, favola di una Pippi Calzelunghe

Ballerina, animazione dello studio Gaumont, diretta da Éric Warin e Éric Summer esce con Videa dal 23 febbraio. Protagonista è l'orfanella Félicie, una Pippi Calzelunghe nell’aspetto, “carotina” di capelli e snodata nelle lunghe gambette, con la passione per la danza e il sogno di diventare un'étoile dell'Opéra, nella Parigi di fine Ottocento. Le voci italiane dei personaggi sono di Emanuela Ionica, Sabrina Ferilli, Federico Russo e dell’étoile Eleonora Abbagnato. Il brano ufficiale del film è interpretato dalla cantautrice Francesca Michielin
2017

6

febbraio

Metti, una sera a cena con Peppino

Così s'intitola il documentario dedicato allo scrittore, drammaturgo e regista napoletano Giuseppe Patroni Griffi, scomparso nel 2005. Il film diretto da Antonio Castaldo, coprodotto, insieme a 8 Production, e distribuito da Istituto Luce Cinecittà, viene presentato il 6 febbraio a Roma, presso il Piccolo Eliseo con l’introduzione del direttore del Teatro Eliseo Luca Barbareschi e l’intervento del ministro Dario Franceschini. A raccontare l'artista sono le interviste di amici, le testimonianze di collaboratori e i contributi di studiosi e critici
2017

6

febbraio

Italian Pavilion: omaggio all'Orso

L’ Italian Pavilion realizzato con il contributo della Direzione Generale Cinema e coordinato da Luce Cinecittà con la collaborazione dell’Anica, Ministero dello Sviluppo Economico ed Ice, sarà anche quest’anno ubicato al primo piano del Martin Gropius Bau, quartier generale dell’European Film Market durante i giorni della Berlinale. Saranno presenti partner prestigiosi quali APT, Centro Sperimentale di Cinematografia , Doc.it, Fondazione Ente dello Spettacolo, Festa del cinema di Roma, Italian Film Commissions, Italian Short Film Center, Creative Europe Desk Italy MEDIA, MIA, Rai Cinema, SNCCI, SNGI, UNEFA. Graficamente, il padiglione sceglie di essere un omaggio al Festival e al suo emblema. L'orso viene rivisitato con linee grafiche dai contorni stondati e dal colore cangiante, e diventa la base per l'allestimento dello spazio. Il progetto è realizzato da 19Novanta
2017

3

febbraio

Nella Rete degli spettatori Dionisio, Munzi e Patierno

10 i titoli di qualità selezionati da una giuria di critici - 6 film di finzione e 4 documentari - che verranno promossi e diffusi dall'associazione tra cui 3 opere targate Luce Cinecittà: Le ultime cose di Irene Dionisio, Assalto al cielo di Francesco Munzi e Naples '44 di Francesco Patierno. Gli altri film sono: Cristian e Palletta contro tutti, I figli della notte, Il più grande sogno, La ragazza del mondo, Sole, cuore, amore, A pugni chiusi e Liberami
2017

3

febbraio

L’Imperatore dell’Antartico

Dopo 12 anni da La marcia dei pinguini, il regista Luc Jacquet, premio Oscar per il documentario del 2005, continua a raccontare la storia del Pinguino Imperatore. Uscita in sala il 23 febbraio. “La mia passione nasce nel 1991 durante un periodo invernale di 14 mesi passato nella base di Dumont d’Urville per fare ricerche scientifiche … Non ho un ricordo più bello di quello di passeggiare sulla banchisa, di essere raggiunto da un pinguino e di condividere insieme a lui una parte del tragitto”, racconta il regista
2017

2

febbraio

Moonlight, autobiografia in black

Moonlight di Barry Jenkins, già Miglior Film Drammatico ai Golden Globe, adesso è in corsa per gli Oscar con 8 candidature. Ambientato nel quartiere malfamato di Liberty City (Miami), lo stesso quartiere in cui il regista ha vissuto la sua adolescenza, è un romanzo di formazione di un ragazzino nero in tre età della vita. In sala il 16 febbraio con Lucky Red 
2017

1

febbraio

Un mondo allo sbando salvato dalla satira

Tanti elementi reali messi insieme per costruire una vicenda surreale sull'Europa contemporanea. Ecco Un re allo sbando (King of the Belgians), il film di Peter Brosens e Jessica Woodworth che esce in sala dal 9 febbraio con Officine Ubu. "L'Europa vive un momento di grande instabilità e lo stesso il mondo - dice la regista - con la presidenza di Trump siamo entrati in una fase molto difficile... Non bisogna che la paura e l'odio si diffondano tra i giovani. Questo è proprio il momento giusto per fare satira" 
2017

31

gennaio

Quando l'amore sfida pregiudizi e potere

Una grande storia d’amore romantica, ma anche il difficile percorso verso l’indipendenza di un paese africano e un capitolo importante della storia dei diritti civili. A United Kingdom - L’amore che ha cambiato la storia, in sala dal 2 febbraio, della regista Amma Asante, figlia di immigrati ghanesi cresciuta a Londra, è tratto da una vicenda vera narrata dal romanzo di Susan Williams “Colour Bar”. Protagonisti sono David Oyelowo (Selma-La strada per la libertà), nonché tra i produttori del film, e Rosamund Pike (nomination all’Oscar per L’amore bugiardo)
Pagina 9 di 830
 
 
CERCA NEL DATABASE
Seleziona un'area di ricerca:

   Ricerca