/ FOCUS

LOCARNO 2017

 Elementi

Il lato maschile di Fanny Ardant

A Locarno l'attrice ha presentato Lola Pater, film del regista algerino Nadir Moknèche che affronta il delicato tema della transessualità attraverso la storia di un uomo che ha cambiato sesso interrompendo bruscamente i rapporti con il figlio. "Ho adorato questo personaggio - dichiara l'Ardant - è un misto di vulnerabilità e fantasia, di passione ed energia, e mi ha permesso di esplorare la differenza fra il sentimento materno e quello paterno”

"Un’ora sola ti vorrei" ritorna a Locarno

A 15 anni dalla prima proiezione, il Festival ripropone uno dei film più emozionanti di Alina Marazzi, che ricorda: "Qui il film ha iniziato il suo percorso passando dall’essere un lavoro intimo per ricostruire una parte della mia memoria familiare, a qualcosa da poter condividere anche con altri". La regista debutterà il 29 settembre ai Teatri di Reggio Emilia nella regia dell'opera lirica 'Hay: le parole la notte': "Il tema è l’immigrazione e anche questa volta non rinuncerò alle proiezioni e al lavoro con i filmati d’archivio, provenienti dall’Istituto Luce”

Locarno: omaggio a José Luis Alcaine

Giovedì 10 agosto in Piazza Grande, il Festival di Locarno omaggerà il direttore della fotografia José Luis Alcaine con il Vision Award TicinoModa

Pardo d'onore Manor a Todd Haynes

Il regista americano sarà ospite del Festival che proporrà due suoi lavori, il più recente Wonderstruck e l'opera prima Poison, presentata proprio a Locarno nel 1991, che fa parte della sezione celebrativa per i 70 anni della manifestazione svizzera 

Andrea Segre: storia di Ibi musulmana d'Africa

Ibi, che sarà presentato Fuori Concorso a Locarno 70, è un documentario realizzato con le immagini di Ibitocho Sehounbiatou, protagonista del film che ha vissuto oltre 15 anni in Italia lontano dai figli

Asteroidi sopra Locarno

Al Festival di Locarno, che compie 70 anni, due titoli targati Luce CinecittàGli asteroidi, opera prima di Germano Maccioni nel Concorso internazionale, e Surbiles di Giovanni Columbu nella sezione Signs of Life. L’omaggio a Nastassja Kinski, i riconoscimenti a Mathieu Kassovitz e Adrien Brody, la personale di Jean-Marie Straub, le prove d'attrice di Fanny Ardant e Vanessa Paradis, l'opera ritrovata di Raúl Ruiz La telenovela errante e un film tv restaurato di Godard 

Granma, un rap per i migranti

Un soggetto di Gianni Amelio è diventato un film di 35' per raccontare agli africani la realtà delle migrazioni clandestine: Granma, di Daniele Gaglianone Alfie Nze, che sarà presentato a Locarno e che fa parte della campagna di sensibilizzazione Aware Migrants

Ad Adrien Brody il Leopard Club Award

L'attore americano riceverà il riconoscimento dal Festival di Locarno che lo omaggerà il 4 agosto in Piazza con la proiezione di The Pianist (2002), film che gli portò l’Oscar a soli 29 anni per l'interpretazione del compositore Wladyslaw Szpilman. L’omaggio sarà accompagnato da un incontro dell’attore con il pubblico del Festival 

Locarno: Assayas, Nasrallah e Azéma presidenti di giuria

Presidente della giuria del Concorso internazionale il regista e sceneggiatore francese Olivier Assayas; a presiedere la giuria del concorso Cineasti del presente, il regista Yousry Nasrallah, che ha presentato a Locarno diverse opere; presidente di giuria del concorso Pardi di domani la musa di Alain Resnais, Sabine Azéma

Andrea Segre a Locarno con il doc 'Ibi'

Al Locarno Film Festival il biopic che narra la drammatica vicenda di una fotografa, filmmaker e immigrata clandestina africana che lascia i tre figli che vivono nel Benin e si trasferisce in Italia in cerca di un‘esistenza migliore. Ibi si troverà così a trascorrere contro la sua volontà ben 15 anni nel nostro paese, lontana dai suoi cari

Ad