/ FOCUS

USCITE

 Elementi

In sala Verhoeven e il Pugile del Duce

Ampio il panorama cinematografico del fine settimana con un paio di titoli già in sala (i bei documentari Il pugile del Duce E di Tony Saccucci e Pino Daniele: il tempo resterà di Giorgio Verdelli, e anche il formidabile docu-film di Raul Peck I am not your negro). Arriva poi l'osannato Elle di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert

Dall'altra parte: il dramma post-bellico diventa 'giallo'

Sono passati più di vent’anni, ma il conflitto jogoslavo si porta ancora dietro molti strascichi. Il regista croato Zrinko Ogresta si interroga sul perdono e i sensi di colpa nel film Dall’altra parte, visto a Berlino nel 2016, in concorso al 28esimo Trieste Film Festival e ora in uscita con Club Ciné dopo un’anteprima nazionale all'Apollo 11 di Roma. E’ un thriller psicologico in cui le colpe dei genitori ricadono sui figli, con un’accurata orchestrazione a gestire le parole e i silenzi, e un colpo di scena inaspettato nel finale, che avvicina questo dramma post-bellico al genere ‘giallo’. A Berlino il film ha conquistato una menzione speciale Europa Cinemas ed è stato il candidato della Croazia agli Oscar 2017, nella categoria “miglior film straniero

Il thriller coniugale secondo Alex Infascelli

Piccoli crimini coniugali, interpretato da Margherita Buy e Sergio Castellitto, tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di successo, dell’autore francese Eric-Emmanuel Schmitt, esce in sala il 6 aprile, distribuito da Koch Media. Per Castellitto, il film rappresenta “l’amore ai tempi del rancore, del rimpianto. Noi siamo stati gli attori giusti perché non abbiamo rinunciato al gelo, ma nemmeno un po’ all’umano disgelo. È un gioco di rimbalzi, di atteggiamenti ancestrali tra maschile e femminile. Sono due reduci del loro stesso amore, in una casa mausoleo, una tomba dell’amore, in cui forse non c’è un esterno”

La tartaruga rossa è Film della Critica

La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Witn distribuito da BIM a partire dal 27 marzon è stato designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI con la seguente motivazione: "Michaël Dudok de Wit orchestra un miracolo artistico e produttivo, un'opera prima che nasce dallo sforzo congiunto della Nouvelle Vague animata francese e del nipponico Studio Ghibli"

Life: tra Alien e Gravity, alla ricerca della vita su Marte

Si potrebbe definire un mix tra Alien e Gravity il film Life – Non oltrepassare il limite, in sala con Warner. Diretto da di Daniel Espinosa, è un thriller horror con alieno ambientato in una stazione spaziale internazionale, interpretato , tra gli altri, da Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson e Ryan Reynolds. Per presentarlo si è scelto di realizzare un’anteprima – evento all’Agenzia Spaziale Italiana A.S.I., dove hanno preso la parola il portavoce del presidente Andrea Zanini, Barbara Negri, responsabile Esplorazione dell’Universo, Gabriele Mascetti, responsabile Volo Umano e Stazione spaziale Internazionale e, in collegamento da Houston, Paolo Nespoli, Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e Capitano Pilota dell’Aeronautica Militare, protagonista della missione VITA, che lo vedrà prossimamente sulla Stazione Spaziale internazionale (Iss)

Raul Arévalo: "Dalla Spagna con rabbia"

Cita a sorpresa Matteo Garrone e il suo Gomorra lo spagnolo Raul Arévalo, regista esordiente con il revenge movie d'autore La vendetta di un uomo tranquillo, nelle sale italiane dal 30 marzo con Bim. Un'opera prima che ha fatto incetta di Goya (il massimo premio spagnolo) con quattro riconoscimenti: miglior film, miglior regista esordiente, migliore sceneggiatura originale e miglior attore non protagonista. Mentre alla Mostra di Venezia, dove aveva debuttato in Orizzonti era stata premiata la protagonista femminile, Ruth Diaz

I Am Not Your Negro, film della critica

"Un’appassionante controstoria degli Usa dal punto di vista degli afroamericani" così inizia la motivazione con la quale il film di Raoul Peck è stato designato Film della Critica dal SNCCI 

Amici in viaggio per la 'maggica' Roma

“Non è un film solo sul calcio e sulla Roma, ma soprattutto una storia d’amicizia la cui cornice è il calcio che mette insieme i quattro protagonisti tifosi della Roma, squadra romantica perché ad ogni delusione te ne innamori sempre più”, Roberto Capucci sintetizza così il suo debutto alla regia, Ovunque tu sarai, in sala il 6 aprile. Un road movie con Primo Reggiani, Ricky Memphis, Francesco Apolloni e Francesco Montanari in viaggio verso lo stadio Madrid per la trasferta della loro squadra del cuore

Il pugile del duce, successo internazionale

Dall’attenzione di cronaca e critiche sulla stampa italiana, ai servizi di Times, CNN e stampa iberica. Da oggi nelle sale italiane Il pugile del Duce, film d’esordio di Tony Saccucci prodotto e distribuito da Luce Cinecittà, che riscopre una storia misconosciuta e straordinaria, quella di Leone Jacovacci: un pugile tecnicamente perfetto, agile, intelligente e potente. Aveva un solo problema: era un italiano nero

Ambra e il lutto sentimentale

La commedia La verità, vi spiego, sull'amore, firmata da Max Croci e tratta dal blog e libro di Enrica Tesio, mette in scena la quotidianità forsennata di Dora (Ambra Angiolini), divisa tra gli impegni del lavoro e della famiglia e disorientata dall'improvvisa rottura con il compagno (Massimo Poggio) dopo sette anni. Ogni giorno Dora si confronta con la fine del suo amore ma anche con la vita, molto diversa, della sua amica Sara (Carolina Crescentini), che ama "fare serata" e si è infatuata di un bidello-poeta (Edoardo Pesce)

Ad