/ NEWS

Il Brasile è diventato per il cinema italiano un territorio verso cui riversare sempre maggiore interesse. Dopo il Festival di Rio, dopo gli importanti protocolli d'intesa firmati tra il governo italiano e quello brasiliano per sviluppare la cooperazione tra le rispettive industrie cinematografiche, ecco la prima edizione della Mostra Internazionale Brasil/Italia/Mundo, che si svolgerà a Fortaleza dal 22 al 28 di Luglio. Ideata e diretta da Sandro Battisti, già Presidente di Cinecittà Holding, e organizzata dalla Beija Flor di Jean Michel Caillens e Sandro Battisti, la Mostra nasce per aumentare la presenza del cinema italiano, sfruttando il grande sviluppo economico che sta vivendo il Brasile e che può consentire al prodotto italiano di trovare maggiori spazi commerciali.

"Il nostro intendimento - dice Battisti - è quello di offrire un ulteriore spazio  per il cinema italiano,e dalla prossima edizione vorremmo creare una sezione dedicata ai produttori italiani per farli incontrare con i produttori e distributori brasiliani per verificare e cercare di combinare un numero interessante di coproduzioni". L'idea è quella di esportare in Brasile un progetto di grande successo che ha avvicinato il cinema italiano a quello francese,"l'Atelier  Farnese", ideato dal regista italiano Francesco Martinotti, Presidente della Giuria alla Mostra di Fortaleza.

Italia e Brasile possono e devono collaborare, dice Battisti, e portare il progetto dell'Atelier anche in Brasile, può rappresentare un momento di avvicinamento concreto per pensare nuove storie che possano trovare l'interesse dei produttori per fare delle coproduzioni. Il cinema italiano sbarca a Fortaleza con titoli molto interessanti: oltre al pluripremiato La Migliore offerta, di Giuseppe Tornatore, rappresentano l'Italia alla Mostra, Gli Equilibristi, di Ivano De Matteo, Il peggior Natale della mia vita, di Alessandro Genovesi, Breve storia di lunghi tradimenti, di Davide Marengo, La moglie del sarto, di Massimo Scaglione, Tutti contro tutti, di Rolando Ravello, Qualche Nuvola, di Saverio Di Biagio. Alla Mostra di Fortaleza anche cinema francese con Pauline Detective, di Marc Fitoussi e, ovviamente,tanto cinema brasiliano con un'anteprima, molto attesa, del film Cine Holliudi di Halder Gomez. Grande apprezzamento per l'iniziativa da parte del Consolato d'Italia a Recife e da parte del Vice Console a Fortaleza ,Cesare Villone,che vedono in questa importante iniziativa, pensata e realizzata tra l'altro da un italiano, come un importante momento di qualificazione dell'offerta culturale di Fortaleza e della Regione, in costante sviluppo economico e culturale. Il 28 serata di gala per la consegna della Jaganda, il premio per il miglior film, che rappresenta una barchetta da pesca.

VEDI ANCHE

FOCUS

Ad