/ NEWS

Parte a Trieste, dal 1° al 9 luglio, la sesta edizione di Maremetraggio, festival internazionale dei migliori cortometraggi europei. Nel contesto del festival, un grosso
elemento di attrazione sarà la possibilità di intergire con personaggi del mondo di celluloide nel Maremetraggio Village, spazio allestito di proposito per gli incontri tra pubblico e ospiti famosi. Particolare attenzione verrà
data al rapporto tra cinema e letteratura, mentre l'inaugurazione della manifestazione sarà affidata alla mostra fotografica del regista Giuseppe Tornatore: cento scatti da lui eseguiti tra il 1966 e il 1979 per le strade
siciliane di Bagheria. Nella sezione Maremetraggio sono in competizione i corti internazionali che hanno vinto premi e riconoscimenti europei: saranno 7 i riconoscimenti, tra i quali il Premio Ciak al miglior corto italiano, in collaborazione con l'omonima rivista di cinema. Per l'Italia concorrono ben 12 cortometraggi, tra i quali, Cose che si dicono al buio di Marco Costa, Lalibi di Marco Cucurnia e Il Minestrone di Francesco Falaschi. Nella sezione Ippocampo concorreranno invece 7 lungometraggi italiani, tutte opere prime come Mariti in affitto di Ilaria Borrelli, con Maria Grazia Cucinotta e Pierfrancesco Favino. Ci saranno, inoltre, la Sezione Cei, dove sono presenti i corti dei Paesi della Comunità Europea; la sezione Corallino, patrocinata da Agiscuola e dedicata ai lavori dei ragazzi di tutte le scuole d'Italia e non mancheranno, infine, 11 lungometraggi fuori concorsro, tra cui Wimbledon, divertente commedia sul tennis con Kirsten Dunst e Paul Bettany.

VEDI ANCHE

NEWS

Ad