/ NEWS

La Festa del Cinema di Roma ha chiuso ufficialmente domenica con l’ultimo degli Incontri Ravvicinati con il pubblico. Protagonista Gigi Proietti, sempre carico di energia. Tra l’altro, è stato la voce di Ian McKellen, altro ospite illustre degli incontri, nella seconda trilogia dedicata al Signore degli Anelli, Lo Hobbit. Circa due ore in cui l’attore ha raccontato di sé strappando risate e provocando anche un po’ di nostalgia.

"Io non ho fatto il cinema, ho fatto solo i film, e ho cominciato nel Medioevo", ha detto scherzando.  Quando, però gli fanno notare che ne ha fatti ben 46 allora dice che in realtà per lui sono pochi, considerando tutti quelli che ha rifiutato, accettando solo titoli di nicchia e rifiutando proposte come quelle della commedia erotica italiana del tempo. Sullo schermo, come da format, le scene di tutti i suoi film più famosi, condite dal racconto di dettagli inediti ed aneddoti divertenti, a conferma della sua poliedricità, tra cinema e teatro, con una sui progetti futuri: "Sarò il padre di Alessandro Gassman ne Il premio – dice – diretto da lui stesso. Lo conosco da quando era bambino e ora mi impressiona ritrovarlo regista, sicuro e determinato".

VEDI ANCHE

ROMA 2017

Ad