/ NEWS

Al via la nuova edizione della Settimana del Cinema Italiano in Bosnia-Erzegovina, su iniziativa dell'Ambasciata d'Italia a Sarajevo, ha preso il via ieri sera al Kulturni Centar Istočno Novo Sarajevo di Lukavica, a Sarajevo Est, nell'ambito della VI Stagione della Cultura italiana in Bosnia Erzegovina.

Fino al 19 novembre sarà possibile assistere a proiezioni gratuite di famosi film italiani a Banja Luka (presso il Dom Omladine), Mostar (presso il Centro "Abrašević"), Srebrenica (presso il Centro Srebrenica Wave), Trebinje (presso il Museo dell'Erzegovina) e Tuzla (presso il Teatro Nazionale ed il Centro Dialogo), oltre ovviamente a Sarajevo e alla già citata Sarajevo Est. Come da tradizione, le proiezioni nella capitale si svolgeranno presso il Kino Meeting Point, dall'8 al 12 novembre.

Le pellicole che saranno offerte quest'anno a Sarajevo sono Ammore e malavita (8 novembre), La tenerezza (10 novembre), L'ora legale (11 novembre), Gli sdraiati (12 novembre). Il 9 novembre, in occasione del 100mo anniversario dell'armistizio che ha posto fine alla Prima Guerra Mondiale, sarà proiettato, alla presenza dei due registi italiani che lo hanno girato, il film documentario Sarajevo, Rewind, che ripercorre l'omicidio dell'Arciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo nel 1914. Ciascuna proiezione sarajevese, il cui inizio è previsto alle ore 20:00, sarà preceduta da un cortometraggio di un giovane emergente regista italiano, nell'ambito del Festival "Passaggi d'Autore: Intrecci Mediterranei", curato dal regista bosniaco Ado Hasanovic.  

VEDI ANCHE

RASSEGNE

Ad