/ NEWS

Sabato 16 marzo, in via Albalonga 13 alle ore 12, sarà inaugurata una targa dedicata alla prima dimora romana del regista Federico Fellini e verrà aperta al pubblico la mostra allestita all’interno dell’androne del palazzo che venne riprodotto in modo dettagliato nel film Roma, del 1972. Il film di Federico Fellini, in cui Anna Magnani fece la sua ultima apparizione, è un ritratto della Città Eterna attraverso i ricordi di un giovane provinciale che arriva alla stazione Termini poco prima della seconda guerra mondiale. Attraverso l’occhio della cinepresa, Fellini, che molti anni prima era stato lui stesso un trapiantato a Roma con la madre e i fratelli (nel 1939) andando a vivere proprio in via Alalonga 13, ridà vita ad una città piena di contraddizioni e di personaggi che la animano, fra lirismo e satira. L’affresco che ne esce è ben rappresentato e raccontato ancora oggi dalle foto di scena scattate da Giovanni Battista Poletto (meglio noto come G.B. Poletto) che in quegli anni, con la sua reflex, calcò molti set cinematografici. Attraverso il teatro di posa, Fellini  ricreò nei dettagli gli interni e gli esterni del palazzo di via Albalonga 13 negli studi di Cinecittà, come mostrano le foto esposte nell’androne e tratte dall’archivio Storico del Cinema (Afe). All’incontro parteciperanno: Elena De Santis, assessore alle Politiche della Scuola, Edilizia Scolastica, Cultura, Sport e Politiche giovanili del Municipio VII; Piero Servo, assistente operatore nel film Roma; è annunciata anche la presenza di Rino Barillari, fotografo della Dolce vita

VEDI ANCHE

ROMA

Ad