/ NEWS

Il sottosegretario Lucia Borgonzoni dichiara: "A breve si dovrebbe chiudere la proposta dei ministeri Mibac e Mise, per gli obblighi di investimento e programmazione. Un intervento necessario per rimediare ad alcune misure impraticabili e penalizzanti previste dalla legge Franceschini e che avrebbero creato, nell’attuale scenario, gravi distorsioni nell’intero sistema. Queste previsioni erano state varate, a suo tempo, contro il volere dei soggetti interessati e in contrasto con gli esiti di un lungo tavolo di confronto fra ministero e operatori. Stiamo ridefinendo con il Mise gli ultimi dettagli e siamo certi che anche le piattaforme investiranno nel nostro Paese e nella nostra creatività molto più di quanto richiesto precedentemente e non per obbligo, ma perché ne riconoscono l'immenso valore. Per questo stiamo delineando un nuovo sistema normativo che sia equo, sostenibile per tutti, intelligente e coerente con le dinamiche di mercato e che contribuisca alla crescita complessiva del nostro sistema audiovisivo, senza rigidità ideologiche e disincentivanti".

VEDI ANCHE

MIBAC

Ad